Stai cercando un Volo?


Da

A
Data di partenza

Data di ritorno
Adulti Bambini Neonati

Scrivi il tuo Diario di Viaggio

Scrivi il tuo Diario di Viaggio Condividere le tue esperienze con i viaggiatori su "Girando il Mondo" è facile. Entra ora nella community

Effettua una ricerca

Itinerari di viaggio, guide turistiche, offerte lowcost, news di viaggo?

Itinerari di Viaggio

Cerchi un Itinerario di Viaggio in particolare? Seleziona un continente per velocizzare la tua ricerca

Guide di Viaggio e consigli

Una moltitutine di utili guide per ogni occasione. Tutto quello che c'è da sapere per non farsi trovare mai impreparati...

Visita ai castelli di re Ludwig II, a Fussen, Germania

nevRotico
Autore: nevrotico
Partenza: 02-01-2009
Ritorno: 04-01-2009
Numero partecipanti: 2
Spesa a persona: Meno di 250 euro
Classificazione del viaggio:
Cultura e Arte
Benessere e Relax
Natura e Avventura
Shopping e Divertimento
Adatto a tutti?
Condividi

Partenza per Fussen, in Germania, e passeggiata a Munchen

Partenza per Fussen, in Germania, e passeggiata a Munchen
Partenza per Fussen, in Germania, e passeggiata a Munchen
Partenza per Fussen, in Germania, e passeggiata a Munchen
Partenza per Fussen, in Germania, e passeggiata a Munchen
Partenza per Fussen, in Germania, e passeggiata a Munchen

Per l’inizio del nuovo anno, c’era la voglia di effettuare un viaggio all’estero. Sfortunatamente, al contrario dei precedenti viaggi, ho avuto il bisogno di fare bene i conti in tasca prima di partire. Da universitario bisogna privarsi di molti sfizi che lavorando avevo sempre potuto permettermi. Un viaggio di 2 notti a Fussen, in Germania, è risultato comunque fattibile. Partiti da Verona nel cuore della notte, alle 5:00, abbiamo percorso l’autostrada del Brennero, innevata e fredda (-11°C), fino a raggiungere il confine con l’Austria. Entrati, al contrario di come si potrebbe pensare, che faccia parte della comunità europea oppure no, bisogna pagare ben 2 pedaggi. Il primo per l’attraversamento del ponte al confine, 8 euro, il secondo di quasi altri 8 euro per l’acquisto della “Vignette” da applicare sul parabrezza, obbligatoria per circolare in Austria.

Superato anche il confine dell’Austria seguendo la statale in direzione Reutte, siamo giunti dopo 4 ore in Germania, a Fussen. Qui, la prima tappa. Dopo aver parcheggiato l’auto, ci siamo diretti verso il centro del paese per una camminata. Il check-in della pensione prenotata il giorno prima poteva essere effettuato dalle 17 alle 21; avevamo quindi del tempo a disposizione.

La prima impressione avuta del posto è stata positiva, trascurando ovviamente il fattore freddo con temperature oscillanti dai -10 ai -12°C. Un piccolo paese, molto caratteristico. Case colorate, dai tetti spioventi con inclinazioni assurde dovute alle forti nevicate rendevano il paesaggio molto carino. Dopo una passeggiata, bloccati dal freddo, decidiamo di riscaldarci un po all’interno di uno dei tanti locali del centro, per una bella cioccolata calda. Sfortunatamente, al contrario del precedente viaggio in Olanda, dove bene o male riuscivo a destreggiarmi con l’inglese, di tedesco non capivo nemmeno una parola. Abbandonata quindi l’idea di ordinare una bella cioccolata calda con panna, assieme a Susanna decidiamo di ripiegare su di un semplice cappuccino, una coca e due Kraffen, che in alcune zone dell’Italia sono chiamati semplicemente: “Bombe alla crema”.

Finito il giro e trascorso del tempo, torniamo in macchina per raggiungere la pensione. Meglio arrivare in anticipo per evitare di doverla cercare al buio e per giunta seguendo incomprensibili cartelli stradali in tedesco. Grazie all’intuito ma sopratutto grazie ai cartelli stradali all’interno dei quali erano rappresentate le immagini stilizzate dei castelli, siamo riusciti a raggiungere la nostra Romantik Pension Albrecht. In anticipo di 4 ore circa sul check-in e con il sole calante, decidiamo di non sprecare tempo e ripartiamo alla volta di Monaco (Munchen), raggiunta senza problemi in circa 1 ora e mezzo. Sarò sincero, la periferia della città mi è sembrata molto triste e fredda, mentre il centro pedonale davvero carino e caratteristico.

Uno dei primi negozi visti all’arrivo nella piazza principale della città è stato l’Apple Store, enorme, suddiviso in due piani. Inutile dire che siamo entrati di corsa per curiosare un po i prezzi ed i prodotti della Apple Tedesca. Il giro per Munchen è proseguito senza che nulla di particolare succedesse e sfortunatamente, è durato davvero poco. Dovevamo ancora fare il Check-in in pensione e non potevamo assolutamente permetterci di arrivare in ritardo. Dormire fuori con -11°C non sarebbe stato bello. Ripartiamo dunque, inconsapevoli di ciò che sarebbe stato.

Dopo essere usciti facilmente da Monaco, comincia l’odissea. Senza navigatore e con mappa dell’Europa troppo astratta per esserci d’aiuto, sbagliamo più volte strada, arrivando addirittura più giù di Fussen, al confine con l’Austria, percorrendo strade ghiacciate e dimenticate dal mondo. Fortunatamente erano state montate gomme da neve sull’auto e non abbiamo avuto particolari problemi, se non il triplo del tempo per tornare alla nostra residenza. Dopo una calorosa accoglienza, un rapido Check-in ed una doccia bollente, possiamo finalmente concederci un meritato riposo.

Altre pagine del Diario di Viaggio:

  1. Partenza per Fussen, in Germania, e passeggiata a Munchen
  2. Hohenschwangau e Neuschwanstein, i castelli di re Ludwig II
  3. Visita al lago Forggensee di Fussen e ritorno verso Innsbruck...

Articoli simili e interessanti:

Tags:

Lascia un commento

Il tuo nome (*)
E-Mail (*)

Il tuo sito web:

Offerte LowCost

Offerte voli e low cost

La tua Pubblicità?

Se sei interessato a pubblicizzare le tue offerte o la tua struttura alberghiera sul nostro sito, contattaci all'indirizzo email info@girandoilmondo.it oppure tramite l'apposito modulo dei contatti.

Iscriviti al Feed

Iscriviti al Feed RSS
Tieniti aggiornato, iscriviti al nostro Feed RSS gratuito e ricevi ogni giorno gli ultimi articoli pubblicati, gratis!