Stai cercando un Volo?


Da

A
Data di partenza

Data di ritorno
Adulti Bambini Neonati

Scrivi il tuo Diario di Viaggio

Scrivi il tuo Diario di Viaggio Condividere le tue esperienze con i viaggiatori su "Girando il Mondo" è facile. Entra ora nella community

Effettua una ricerca

Itinerari di viaggio, guide turistiche, offerte lowcost, news di viaggo?

Itinerari di Viaggio

Cerchi un Itinerario di Viaggio in particolare? Seleziona un continente per velocizzare la tua ricerca

Guide di Viaggio e consigli

Una moltitutine di utili guide per ogni occasione. Tutto quello che c'è da sapere per non farsi trovare mai impreparati...
Il Forte Rosso (Lal Qila): grandiosa fortezza di Delhi, India
Il Forte Rosso (Lal Qila): grandiosa fortezza di Delhi, India
Il Forte Rosso (Lal Qila): grandiosa fortezza di Delhi, India
Il Forte Rosso (Lal Qila): grandiosa fortezza di Delhi, India

Il Forte Rosso è il più maestoso e grande monumento della Vecchia Delhi, in India, ed è una delle mete turistiche più frequentate della città, con milioni di visitatori all’anno, ma anche uno dei complessi militari più affascinanti dell’intera India.

La fortezza è testimonianza del momento di massimo splendore della dinastia imperiale islamica moghul: fu costruito dal 1638 al 1648 infatti dal quinto imperatore moghul Shah Jahan come fortezza della nuova capitale di Shahjahanabad lungo le rive del fiume Yamuna, che scorre così nel suo fossato. A nord-est la costruzione è adiacente ad un forte più antico, quello di Salimgarh, ad opera dell’imperatore Shah Suri nel 1546, con cui appunto la fortezza forma il complesso noto con il nome di Forte Rosso.

Esso, concepito come un blocco unico e perciò particolarmente imponente, fonde le tradizioni islamica, persiana, hindu ed europea in uno stile architettonico molto innovativo, che ha poi manifestato la sua influenza su altri palazzi a Delhi, Agra e Rajastan.

Il Forte Rosso (Lal Qila) deve il suo nome all’arenaria rossa di cui sono composte le sue massicce mura, leggermente ornate, che si estendono per 2,5 km con un’altezza variabile tra i 16 e i 33 metri. Esse si aprono in due porte principali, quella di Delhi e quella di Lahore, che conduce nella Chatta Chowk, uno dei primi esempi di bazar coperti (molto utili nel torrido clima indiano) in un periodo in cui normalmente i bazar erano invece all’aria aperta. Tra la Chatta Chowk (detta anche Meena Bazaar) e la porta di Lahore si trova la porta principale del Forte Rosso, la Naqqar Khana, cioè “casa dei tamburi”, che prende il nome dalla galleria musicale che si trova al piano superiore.

Il  palazzo comprende molti padiglioni, come il Diwan-i-Am, il grande padiglione delle udienze imperiali, con il cosiddetto trono del Pavone, un trono a baldacchino in marmo bianco con decorazioni ad intarsio eseguite con pietre semipreziose.  Dietro il trono si aprono gli appartamenti privati imperiali, connessi a canali noti come Nahr-i-Behisht, o “canali del Paradiso, che prendono l’acqua dal fiume Yamuna. I due padiglioni più a sud del palazzo, il Mumtaz Mahal (ora sede di un museo) e il Rang Mahal (celebre per il soffitto decorato e una piscina in marmo creata dagli stessi canali), in particolare, erano gli zenana, cioè i quartieri delle donne. Il Khas Mahal era invece il padiglione delle camere imperiali con le stanze da letto, per la preghiera, una veranda e una torre (il Mussaman Burj) da cui l’imperatore si mostrava al popolo.

Per le udienze private, ovvero le riunioni ministeriali, si adoperava invece il più bel padiglione del palazzo, il Diwan-i-Khas, ornato con motivi floreali. Ora il suo soffitto è in legno, ma originariamente era in argento con rifiniture d’oro.

Il palazzo comprende inoltre la Moschea delle Perle (Moti Masjid), piccola moschea privata costruita per l’imperatore Aurangzeb che deve il suo nome al marmo bianco di cui è composta, e un grande giardino, il Hayat Bakhsh Bagh, o “Giardino Apportatore di Vita“, tagliato da due canali d’acqua, che si riuniscono in una piscina.

Il Forte Rosso, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco nel 2007, è anche un luogo simbolo dell’indipendenza indiana dagli inglesi, che dalla sue mura fu annunciata dal Pandit Nehru la notte tra il 14 e il 15 agosto del 1947. Ogni anno infatti il 15 agosto il primo ministro indiano di turno vi tiene il suo discorso commemorativo alla nazione.

Condividi questo articolo su Facebook:

  • Consiglia questo articolo ai tuoi amici:
  • Condividi questo articolo con i tuoi amici:
    Condividi
  • Suggerisci ad un amico tramite email

Articoli simili e interessanti:

Tags:

Autore:

Lascia un commento

Il tuo nome (*)
E-Mail (*)

Il tuo sito web:

Offerte LowCost

Offerte voli e low cost

La tua Pubblicità?

Se sei interessato a pubblicizzare le tue offerte o la tua struttura alberghiera sul nostro sito, contattaci all'indirizzo email info@girandoilmondo.it oppure tramite l'apposito modulo dei contatti.

Iscriviti al Feed

Iscriviti al Feed RSS
Tieniti aggiornato, iscriviti al nostro Feed RSS gratuito e ricevi ogni giorno gli ultimi articoli pubblicati, gratis!