Stai cercando un Volo?


Da

A
Data di partenza

Data di ritorno
Adulti Bambini Neonati

Scrivi il tuo Diario di Viaggio

Scrivi il tuo Diario di Viaggio Condividere le tue esperienze con i viaggiatori su "Girando il Mondo" è facile. Entra ora nella community

Effettua una ricerca

Itinerari di viaggio, guide turistiche, offerte lowcost, news di viaggo?

Itinerari di Viaggio

Cerchi un Itinerario di Viaggio in particolare? Seleziona un continente per velocizzare la tua ricerca

Guide di Viaggio e consigli

Una moltitutine di utili guide per ogni occasione. Tutto quello che c'è da sapere per non farsi trovare mai impreparati...
La Gedächtniskirche (Chiesa della Memoria), a Berlino
La Gedächtniskirche (Chiesa della Memoria), a Berlino

Tra i luoghi più simbolici e commemorativi della Germania, quello di cui parliamo oggi si trova proprio nel cuore della capitale, Berlino, sconvolta – come molte altre città – negli anni della Seconda Guerra Mondiale. La Gedächtniskirche (Chiesa della Memoria) si trova nel quartiere di Charlottenburg, e non è una semplice chiesa, ma il centro simbolico di Berlino ovest, con i simboli di pace e riconciliazione che rappresenta. Del complesso, è la torre occidentale a conservarsi meglio: soprannominata “il dente bucato”, è tutto quello che rimane della chiesa originaria (mantenuta allo stato di rudere per volere dei cittadini), distrutta – come la maggior parte degli edifici nella Breitscheidplatz – durante i bombardamenti della guerra.

Frutto di un progetto di Franz Schwechten, l’edificio fu eretto in memoria dell’imperatore Guglielmo I tra il 1891 e il 1895; presenta uno stile neoromantico e ad oggi le sue rovine danno bene l’idea della distruzione portata dalla guerra. All’interno della chiesa (consacrata il 25 Maggio 1962) si trova una Gedenkhalle, una sorta di museo nel quale si possono ammirare fotografie sulla cattedrale e dintorni, sia risalenti a prima che dopo la guerra.

Inoltre, sempre all’interno dell’edificio, è presente una fonte battesimale in alluminio con perle di marmo di Carrara, un organo con 5000 canne, una croce a icone della Chiesa ortodossa russa, e un Cristo risorto in bronzo.

La chiesa, nel corso degli anni, fu soggetta a diversi restauri: il primo degno di nota fu quello portato a termine nel 1956 da Egon Eiermann, che prevedeva la realizzazione di una chiesa moderna (ottagonale, caratterizzata da una particolare luce blu) e di un nuovo campanile (esagonale). Queste nuove costruzioni, però, non furono gradite a tutti: significava distruggere una parte di ricordi a favore della nuova vita, e comprensibilmente i cittadini – specialmente quelli più toccati dalla guerra – ne furono contrari.

La chiesa moderna, oggi è composta da oltre ventimila finestrelle in vetro colorato, e produce ogni ora un motivo musicale composto dal principe Luigi Ferdinando di Prussia.
Una destinazione da prendere seriamente in considerazione, soprattutto per godere di un viaggio immaginario in un passato di sessant’anni fa, per poi distrarsi un po nella Breitscheidplatz…

Condividi questo articolo su Facebook:

  • Consiglia questo articolo ai tuoi amici:
  • Condividi questo articolo con i tuoi amici:
    Condividi
  • Suggerisci ad un amico tramite email

Articoli simili e interessanti:

Tags:

Autore:

Lascia un commento

Il tuo nome (*)
E-Mail (*)

Il tuo sito web:

Offerte LowCost

Offerte voli e low cost

La tua Pubblicità?

Se sei interessato a pubblicizzare le tue offerte o la tua struttura alberghiera sul nostro sito, contattaci all'indirizzo email info@girandoilmondo.it oppure tramite l'apposito modulo dei contatti.

Iscriviti al Feed

Iscriviti al Feed RSS
Tieniti aggiornato, iscriviti al nostro Feed RSS gratuito e ricevi ogni giorno gli ultimi articoli pubblicati, gratis!