Stai cercando un Volo?


Da

A
Data di partenza

Data di ritorno
Adulti Bambini Neonati

Scrivi il tuo Diario di Viaggio

Scrivi il tuo Diario di Viaggio Condividere le tue esperienze con i viaggiatori su "Girando il Mondo" è facile. Entra ora nella community

Effettua una ricerca

Itinerari di viaggio, guide turistiche, offerte lowcost, news di viaggo?

Itinerari di Viaggio

Cerchi un Itinerario di Viaggio in particolare? Seleziona un continente per velocizzare la tua ricerca

Guide di Viaggio e consigli

Una moltitutine di utili guide per ogni occasione. Tutto quello che c'è da sapere per non farsi trovare mai impreparati...
Cosa fare e visitare a Berlino, in Germania
Cosa fare e visitare a Berlino, in Germania
Cosa fare e visitare a Berlino, in Germania

Berlino, capitale della Germania, è da molti considerato come il centro dell’Europa e la città simbolo del progresso. La prima cosa che colpisce chiunque la visiti è la sua grandezza e l’insieme armonioso di stili tanto diversi tra loro. Berlino è una città in continua evoluzione e, soprattutto oggi, è in piena fase realizzativa in seguito a un processo di cambiamento iniziato dall’unione della Berlino Est con la Berlino Ovest. Attualmente la capitale della Germania è diventata uno dei più importanti centri politici, culturali, mediatici e scientifici del continente.

Il monumento simbolo della città è sicuramente La Porta di Brandeburgo, così come il Parlamento e il Duomo, ma il vero vanto dei berlinesi sono gli oltre 170 musei che attraggono ogni anno milioni di turisti. L’atmosfera che si vive nella Potsdamer Platz, così come negli immensi e meravigliosi giardini e nelle Unter den Linden e Friedrichstrasse, le vie dello shopping e delle grandi boutique, è frizzante ed entusiasmante.

Unter den Linden
Il famoso viale “sotto i tigli”, gli “Champs-Èlysées” di Berlino Est. Un grande viale dove i berlinesi amano passeggiare. In origine si trattava di un viale di campagna usato dai principi elettori per raggiungere la riserva di caccia di Tiergarten, nel XVII secolo il Grande Elettore vi fece piantare i tigli e poi palazzi ufficiali e negozi lo abbellirono e animarono. Oggi vi si trovano anche l’ambasciata di Francia e degli Stati Uniti d’America, gli edifici della Repubblica Federale e lo storico albergo degli anni venti “Adlon”.

Brandenburger Tor
La Porta di Brandeburgo è considerata il simbolo di Berlino e il ricordo della passata separazione. La porta è stata costruita alla fine del XVIII secolo, a somiglianza dei Propilei di Atene, tra Strasse des 17. Juni e Pariserplatz e, dalla costruzione dell’adiacente Muro di Berlino fino al 1989, la porta era circondata dalla fascia della terra di nessuno. Oggi la porta è accessibile a tutti ed è diventato il simbolo delle aspirazioni della Germania unita.

Memoriale dell’Olocausto
Tra la Porta di Brandeburgo e Potsdamer Platz è stato costruito il memoriale dell’Olocausto da Peter Eisenman: un campo con 2751 stele dedicato agli ebrei che hanno perso la vita durante il periodo nazista.

Ambasciata di Francia
L’ambasciata di Francia si trova nella sua antica sede di Pariserplatz, anche se a causa dei pesanti bombardamenti della seconda guerra mondiale, l’edificio è stato totalmente distrutto e solo qualche anno fa restaurato. La nuova ambasciata è opera dell’architetto francese Christian de Portzamparc e richiama esplicitamente l’architettura di un bunker. Per qusto motivo, dal momento della sua inaugurazione, avvenuta nel 40° anniversario del trattato dell’Eliseo, l’opera ha ricevuto sempre delle accese critiche.

Il Linden-Forum
Dall’altro lato del canale della Sprea, si trova la seconda parte di Unter den Linden, che si estende da Babelplatz a Schlossplatz e vanta un serie di meravigliosi palazzi storici e monumenti, come la Biblioteca nazionale e il memoriale dell’Autodafè.

Berliner Dom
L’imponente cattedrale di Berlino è stata costruita tra il 1894 e il 1905 in onore della chiesa luterana e della Prussia. Al suo interno si ammirano dei magnifici affreschi, un bel pulpito e un antico organo. Presso la cappella ci sono le tombe del re Federico I e della regina Sofia Carlotta. Nella cripta, invece, ci sono circa cento tombe della famiglia Hohenzollern. La sommità della cupola è raggiungibile salendo 270 gradini, ma non è possibile visitare la cattedrale durante le funzioni religiose. Il sabato si svolgono suggestivi concerti.

I cinque musei
I cinque edifici che ospitano i cinque musei di Museumsinsel sono dei veri capolavori di architettura museale per l’organizzazione degli spazi espositivi. L’Altes Museum, inaugurato nel 1830 e progettato dal famoso architetto prussiano Karl Friedrich Schinkel, è un tempio dell’arte in stile neoclassico e costituisce il nucleo originario del complesso museale. Nel 1859 apre anche il Neues Museum e nel 1876 l’Alte Nationalgalerie con dipinti e sculture del XIX secolo. Nel 1904, e nel 2006 in seguito a una lunga ristrutturazione, il Bode Museum ospita la più grande collezione riunificata di sculture al mondo. Il più recente edificio del complesso è il Pergamonmuseum, una grande costruzione in stile neoclassico del 1930 dove si trova il famoso altare di Pergamo.

East Side Gallery
E’ una sezione del muro di Berlino lugno 1300 m. Il lato Ovest del muro venne usato per pitture murali ed è quindi molto bello. Si tratta della più grande galleria “open air” del mondo e venne aperta nel Settembre 1990. 118 diversi artisti provenienti da 21 paesi si sono esibiti nelle loro creazioni artistiche sul muro. La più famosa di esse è la “Brotherly Kiss” e la “Fatherland”. Molti dei dipinti sono successivamente stati “firmati” dai turisti che ne hanno così definito un carattere ed un fascino particolari.

Checkpoint Charlie
Checkpoint Charlie era situato su Friedrichstrasse, al limite tra le zone di Mitte (all’Est) e di Kreuzberg (all’Ovest). Era in settore americano, ma a partire dal 1962, rappresentanti britannici e francesi si affiancarono. Era dal 25 agosto 1961 il punto di passaggio riservato agli stranieri, ai diplomatici ed ai soldati.

Humboldtuniversitat
L’Humboldtuniversitat è l’univeristà dove ha studiato anche Karl Marx.

Alte Biblioteche: Staatsoper e St. Hedwig
L’antica biblioteca è stata il luogo dove Lenin è andato a studiare nel 1895; vicino ci sono la Staatsoper, l’Opera di Stato, del XVIII secolo ma ricostruita interamente dopo la distruzione, e la cattedrale di St. Hedwig, costruita sul modello del Pantheon di Roma, oggi sede del vescovo cattolico di Berlino.

Babelplatz e il Memoriale dell’Autodafè
Il monumento dell’Autodafé si trova in Babelplatz e ricorda il luogo dove il 10 maggio 1933 i nazisti bruciarono per la prima volta i libri non graditi all’ideologia. Si tratta di una targa di vetro, illuminata di sera, e una biblioteca bianca con gli scaffali vuoti: semplice ma estremamente significativa.

Biblioteca nazionale
La Biblioteca nazionale si trova in uno stupendo edifico neobarocco, da non perdere il bel cortile e la sua fontana.

Neue Wache
La Guardia Nuova si trova davanti il Fronprinzenpalais e ospita il tempio dedicato alle vittime del fascismo e del militarismo e “La madre con il figlio morto”, la bella statua di Kathe Kollwitz.

Condividi questo articolo su Facebook:

  • Consiglia questo articolo ai tuoi amici:
  • Condividi questo articolo con i tuoi amici:
    Condividi
  • Suggerisci ad un amico tramite email

Articoli simili e interessanti:

Tags:

Autore:

Lascia un commento

Il tuo nome (*)
E-Mail (*)

Il tuo sito web:

Offerte LowCost

Offerte voli e low cost

La tua Pubblicità?

Se sei interessato a pubblicizzare le tue offerte o la tua struttura alberghiera sul nostro sito, contattaci all'indirizzo email info@girandoilmondo.it oppure tramite l'apposito modulo dei contatti.

Iscriviti al Feed

Iscriviti al Feed RSS
Tieniti aggiornato, iscriviti al nostro Feed RSS gratuito e ricevi ogni giorno gli ultimi articoli pubblicati, gratis!