Stai cercando un Volo?


Da

A
Data di partenza

Data di ritorno
Adulti Bambini Neonati

Scrivi il tuo Diario di Viaggio

Scrivi il tuo Diario di Viaggio Condividere le tue esperienze con i viaggiatori su "Girando il Mondo" è facile. Entra ora nella community

Effettua una ricerca

Itinerari di viaggio, guide turistiche, offerte lowcost, news di viaggo?

Itinerari di Viaggio

Cerchi un Itinerario di Viaggio in particolare? Seleziona un continente per velocizzare la tua ricerca

Guide di Viaggio e consigli

Una moltitutine di utili guide per ogni occasione. Tutto quello che c'è da sapere per non farsi trovare mai impreparati...
La Costiera Amalfitana e il Fiordo dell’amore
La Costiera Amalfitana e il Fiordo dell’amore
La Costiera Amalfitana e il Fiordo dell’amore
La Costiera Amalfitana e il Fiordo dell’amore
La Costiera Amalfitana e il Fiordo dell’amore
La Costiera Amalfitana e il Fiordo dell’amore

Famosa in tutto il mondo, amata, invidiata, osannata, meta di innumerevoli viaggiatori: stiamo parlando della Costiera Amalfitana che, insieme a quella Sorrentina, rappresenta uno dei luoghi più incantevoli del mondo. I borghi a strapiombo sul mare, le rocce battute dal vento e dal blu delle onde mediterranee, i profumi dei limoni, i colori delle case, tutto s’imprime indelebile nella mente dei turisti che ogni anno vi si recano a centinaia. Tra i posti più caratteristici da visitare c’è “il paese che non c’è”, Furore e l’omonimo fiordo.

Teatro di amori famosi e struggenti, come quello fra Anna Magnani e Roberto Rossellini, proteso tra cielo e mare, famosissimo anche per la gara di tuffi che vi si tiene ogni estate, questo minuscolo villaggio ha tante storie da raccontare. Set cinematografico per eccellenza, qui hanno ambientato le proprie opere registi del calibro di Federico Fellini, qui hanno recitato, tra gli altri, Francesca Bertini e Fosco Giacchetti.

Le sparute case lungo i costoni della montagna presidiavano i terrazzamenti delle coltivazioni tipiche, mentre quelle ai piedi della roccia sono abitate da pescatori e artigiani. Tra i piatti tipici, che si possono gustare nei tanti ristorantini della zona, si annoverano i totani con patate; il migliaccio, un dolce di ricotta e semola; la minestra maritata, con carne e verdure; la caponata di zucchine, peperoni e melanzane. Molto particolari gli antichi edifici proto-industriali, oggi recuperati e visitabili: cartiere e mulini soprattutto. E per il soggiorno, sarebbe bello potersi fermare in uno dei monazzeni, le antiche casupole dei pescatori vicino al mare.

Condividi questo articolo su Facebook:

  • Consiglia questo articolo ai tuoi amici:
  • Condividi questo articolo con i tuoi amici:
    Condividi
  • Suggerisci ad un amico tramite email

Articoli simili e interessanti:

Tags:

Autore:

Lascia un commento

Il tuo nome (*)
E-Mail (*)

Il tuo sito web:

Offerte LowCost

Offerte voli e low cost

La tua Pubblicità?

Se sei interessato a pubblicizzare le tue offerte o la tua struttura alberghiera sul nostro sito, contattaci all'indirizzo email info@girandoilmondo.it oppure tramite l'apposito modulo dei contatti.

Iscriviti al Feed

Iscriviti al Feed RSS
Tieniti aggiornato, iscriviti al nostro Feed RSS gratuito e ricevi ogni giorno gli ultimi articoli pubblicati, gratis!