Stai cercando un Volo?


Da

A
Data di partenza

Data di ritorno
Adulti Bambini Neonati

Scrivi il tuo Diario di Viaggio

Scrivi il tuo Diario di Viaggio Condividere le tue esperienze con i viaggiatori su "Girando il Mondo" è facile. Entra ora nella community

Effettua una ricerca

Itinerari di viaggio, guide turistiche, offerte lowcost, news di viaggo?

Itinerari di Viaggio

Cerchi un Itinerario di Viaggio in particolare? Seleziona un continente per velocizzare la tua ricerca

Guide di Viaggio e consigli

Una moltitutine di utili guide per ogni occasione. Tutto quello che c'è da sapere per non farsi trovare mai impreparati...
Tarquinia, il profilo di un territorio che affascinò Petrarca
Tarquinia, il profilo di un territorio che affascinò Petrarca
Tarquinia, il profilo di un territorio che affascinò Petrarca

“Turritum et spectabile oppidum, gemino cinctum muro”
Un bel paese fortificato, circondato da una doppia cinta di mura. Così era per Petrarca la città di Tarquinia.

Posta tra Tuscia e Maremma, Tarquinia costituisce il punto di riferimento di un territorio selvaggio in cui si respirano i misteri della civiltà etrusca e del Medioevo, in cui le storie scorrono in uno scenario naturale dove lo sguardo si perde, rapito dalla bellezza del paesaggio, e dal senso di libertà che sa suscitare. Proprio dove i flutti del mare s’infrangono e divengono onde di terra, si staglia all’orizzonte il profilo turrito della città di pietra, interrompendo così il dolce andamento delle colline. Anima etrusca e aspetto medievale, Tarquinia può essere considerata la porta della Maremma, terra di butteri e briganti, che si distende per oltre 200 chilometri, affacciandosi sul mare Tirreno.

Tutto comincia presso la Necropoli di Monterozzi, posta su un’altura a est di Tarquinia, le cui 200 tombe custodiscono il più importante nucleo pittorico di arte etrusca giunto a noi, nonché la maggior testimonianza di pittura antica antecedente l’età imperiale romana. Proseguendo si accede alla città attraversando la Porta Tarquinia, situata nella parte più alta. La città attuale conserva, soprattutto nei quartieri a nord, uno spiccata connotazione medievale, di cui sono espressione le torri delle mura e le numerose chiese. Influssi lombardi e cosmateschi, ma anche arabi e bizantini conferiscono particolare fascino alle architetture, sulle cui forme goticheggianti s’innestano a volte quelle romaniche. Una tappa importante, che merita una sosta lungo il viaggio, è la Roccaccia, un polmone verde di pascoli e bosco ceduo, situato poco a nord di Tarquinia.

Spostandosi verso Tarquinia Lido, percorrendo la strada del “Mandrione delle Saline”, il paesaggio si distende e si fa orizzontale e lucente. Saline d’epoca etrusca e romana sono oggi una riserva naturale istituita per preservare l’ecosistema della palude.Il territorio di Tarquinia offre molte possibilità per percorsi in bici su strada e in mountain bike, alla scoperta di atmosfere che incarnano il carattere ruvido, affascinante e selvaggio di questa terra, in cui il legame tra uomo e territorio è sempre stato forte e autentico.

Condividi questo articolo su Facebook:

  • Consiglia questo articolo ai tuoi amici:
  • Condividi questo articolo con i tuoi amici:
    Condividi
  • Suggerisci ad un amico tramite email

Articoli simili e interessanti:

Tags:

Autore:

Lascia un commento

Il tuo nome (*)
E-Mail (*)

Il tuo sito web:

Offerte LowCost

Offerte voli e low cost

La tua Pubblicità?

Se sei interessato a pubblicizzare le tue offerte o la tua struttura alberghiera sul nostro sito, contattaci all'indirizzo email info@girandoilmondo.it oppure tramite l'apposito modulo dei contatti.

Iscriviti al Feed

Iscriviti al Feed RSS
Tieniti aggiornato, iscriviti al nostro Feed RSS gratuito e ricevi ogni giorno gli ultimi articoli pubblicati, gratis!