Stai cercando un Volo?


Da

A
Data di partenza

Data di ritorno
Adulti Bambini Neonati

Scrivi il tuo Diario di Viaggio

Scrivi il tuo Diario di Viaggio Condividere le tue esperienze con i viaggiatori su "Girando il Mondo" è facile. Entra ora nella community

Effettua una ricerca

Itinerari di viaggio, guide turistiche, offerte lowcost, news di viaggo?

Itinerari di Viaggio

Cerchi un Itinerario di Viaggio in particolare? Seleziona un continente per velocizzare la tua ricerca

Guide di Viaggio e consigli

Una moltitutine di utili guide per ogni occasione. Tutto quello che c'è da sapere per non farsi trovare mai impreparati...
Mantova: perla del Rinascimento Italiano
Mantova: perla del Rinascimento Italiano
Mantova: perla del Rinascimento Italiano
Mantova: perla del Rinascimento Italiano

Nella Pianura Padana, in Lombardia, si trova una perla del Rinascimento italiano: Mantova. Situata al confine con Veneto ed Emilia Romagna, la pittoresca città è attorniata su tre lati da tre laghi artificiali anticamente formati per difesa (Superiore, Di Mezzo e Inferiore) e la leggenda vuole che sia nata da queste stesse acque, che sarebbero in realtà le lacrime della profetessa Manto, le quali avrebbero poteri miracolosi. Città etrusca, poi romana, diede i natali a Publio Virgilio Marone, il 15 ottobre del 70 a.C., ad Andes, oggi Pietole. Occupata da Goti, Bizantini, Franchi e Longobardi, libero Comune dopo la morte di Matilde di Canossa, fu dominata dalla Signoria dei Bonacolsi scalzata da quella dei Gonzaga in una rivolta che vide la morte de “Il Passerino”, ultimo dei Bonacolsi. Come precedentemente detto, Mantova visse uno dei suoi massimi splendori in epoca rinascimentale quando Federico secondo Gonzaga, figlio del marchese Francesco secondo e della gentile sposa ferrarese Isabella d’Este, fu insignito del titolo di Duca di Mantova dall’Imperatore Carlo quinto.

Come già fece Ludovico secondo, illuminato mecenate che amò chiamare a sé letterati e artisti quali Leon Battista Alberti e Andrea Mantegna, Federico secondo contribuì alla riorganizzazione della città e della sua veste architettonica, grazie alla collaborazione con Giulio Romano. E proprio dal capolavoro di questo artista che potete cominciare il vostro tour mantovano, visitando Palazzo Te, un gioiello voluto da Ludovico Secondo Gonzaga e destinato allo svago, al ricevimento degli ospiti più illustri e della sua amante Isabella Boschetti. Oltre alla struttura architettonica fiabesca, il palazzo spicca per gli affreschi al suo interno, tutti realizzati dalla sapiente mano di Giulio Romano, il quale, in linea con le finalità d’uso dell’edificio, ha decorato le pareti con ridenti raffigurazioni mitologiche e d’ispirazione pagana. Il bello di Mantova è il suo essere piccola, in quanto si tratta di un comune di soli 48.500 abitanti, ma completa ed estremamente caratteristica, capace di far respirare a chi la visita una sferzata di passato e di eternità. Procedendo verso il centro cittadino, tra ciottoli ed edifici d’epoca, potrete imbattervi anche nell’esclusivo Corso Umberto I, dove, passeggiando sotto i signorili portici, troverete una sacco di splendidi negozi alla moda, nonché un’enorme libreria per soddisfare il vostro appetito letterario.

Proseguendo fino alla fine del viale, entrerete dritto nel cuore della cittadina gonzaghesca, trovandovi davanti la Basilica di S.Andrea, per poi divenire piacevolmente prigionieri di un trittico di piazze, una più bella dell’altra: Piazza Delle Erbe, Piazza Broletto e Piazza Sordello. Proprio in quest’ultima, è situata un’altra chicca di Mantova: il Palazzo Ducale, che vanta 500 splendide stanze, tra le quali la celeberrima Camera Degli Sposi affrescata da Andrea Mantegna. Se a furia di girovagare, vi è venuto un certo appetito, sappiate che la città, oltre ad essere un paradiso culturale, è anche una capitale gastronomica e il centro storico pullula di trattorie, osterie e ristoranti tipici. Gastronomicamente parlando, il cavallo di battaglia mantovano sono i famosi tortelli di zucca, dal caratteristico sapore agrodolce, così come il risotto alla Pilota, ovvero con la salsiccia. Tra i secondi spicca il celebre luccio in salsa, pesce di fiume pescato nel vicino Mincio e, dulcis in fundo, da non perdere la Torta Sbrisolona, dalla tipica consistenza friabile, fatta con farina gialla, farina bianca e zucchero in parti uguali, con l’aggiunta di mandorle.

Dopo esservi rifocillati a dovere, se la vostra sete di cultura non si è ancora placata, ma soprattutto, se avete ancora tempo a disposizione, la splendida Mantova offre ancora diverse impedibili meraviglie. Primo tra tutti, il maestoso castello di S. Giorgio, volto a difesa della città, seguito da Palazzo D’Arco, un gioiello neoclassico ancora completamente arredato e sede di uno spettacolare museo d’arte. Luogo sconosciuto ma davvero meritevole è la casa di Rigoletto, una struttura quattrocentesca nota come l’abitazione di Rigoletto appunto, ovvero il buffone di corte Gonzaga. Dopo aver visto quest’infinità di bellezze, è l’ora di rilassare un po corpo e mente, dunque immancabile è una breve sosta in riva ai laghi, dove troverete anche un delizioso parco giochi comunale per bambini. Il cielo comincia ora ad imbrunire e la notte avanza a grandi passi. Se la vostra intenzione è quella di dormire in città, avete a disposizione un’ampia gamma di hotel e bad&breakfast, se, invece, volete, o meglio dovete, rincasare, non vi rimane che dare l’arrivederci a questa perla gonzaghesca, che vi rimarrà nel cuore e dove non vedrete l’ora di ritornare.

Condividi questo articolo su Facebook:

  • Consiglia questo articolo ai tuoi amici:
  • Condividi questo articolo con i tuoi amici:
    Condividi
  • Suggerisci ad un amico tramite email

Articoli simili e interessanti:

Tags:

Autore:

Lascia un commento

Il tuo nome (*)
E-Mail (*)

Il tuo sito web:

Offerte LowCost

Offerte voli e low cost

La tua Pubblicità?

Se sei interessato a pubblicizzare le tue offerte o la tua struttura alberghiera sul nostro sito, contattaci all'indirizzo email info@girandoilmondo.it oppure tramite l'apposito modulo dei contatti.

Iscriviti al Feed

Iscriviti al Feed RSS
Tieniti aggiornato, iscriviti al nostro Feed RSS gratuito e ricevi ogni giorno gli ultimi articoli pubblicati, gratis!