Stai cercando un Volo?


Da

A
Data di partenza

Data di ritorno
Adulti Bambini Neonati

Scrivi il tuo Diario di Viaggio

Scrivi il tuo Diario di Viaggio Condividere le tue esperienze con i viaggiatori su "Girando il Mondo" è facile. Entra ora nella community

Effettua una ricerca

Itinerari di viaggio, guide turistiche, offerte lowcost, news di viaggo?

Itinerari di Viaggio

Cerchi un Itinerario di Viaggio in particolare? Seleziona un continente per velocizzare la tua ricerca

Guide di Viaggio e consigli

Una moltitutine di utili guide per ogni occasione. Tutto quello che c'è da sapere per non farsi trovare mai impreparati...
Percorsi “segreti” del Salento. Belli e meno battuti
Percorsi “segreti” del Salento. Belli e meno battuti
Percorsi “segreti” del Salento. Belli e meno battuti
Percorsi “segreti” del Salento. Belli e meno battuti

Il Salento è una terra che di anno in anno riceve sempre più attenzioni da parte dei turisti. Una vera invasione di massa sta prendendo piede in questi ultimi anni e pace e tranquillità che un tempo potevano essere qui trovate, tra angoli di mare splendidi e non contaminati, oggi si fatica a trovare ancora. Ma oltre al Salento conosciuto dal main stream, c’è anche quello preferito da chi preferisce le periferie nel mondo. Angoli segreti come Torre San Gregorio. Ad ospitare questo incantevole paesino è una costa meravigliosa che degrada sul mare Ionio ed è ricoperta da una fitta vegetazione di macchia mediterranea (se Aristotele Onassis vi fosse sbarcato negli anni sessanta forse non avrebbe esitato a realizzare qui la Costa Smeralda): siamo in una insenatura naturale nelle vicinanze di una scogliera alta e a strapiombo sul mare, a pochi km a nord di Leuca. Il panorama è davvero pittoresco: poche case e un porticciolo, la torre che dà il nome alla località, e la caletta, a ridosso dai venti del 1° quadrante e dallo Scirocco. Questo antico porto romano, sul cui fondale si trovano ancora sparsi numerosi cocci di anfore (resti del passaggio di antiche imbarcazioni commerciali) è una piacevole pausa in un tratto di costa accessibile ma prevalentemente roccioso. La Marina si trova a pochi chilometri da Ugento, antichissimo borgo che merita assolutamente una visita.

L’ovest salentino

Prima di trasformarsi in terra di conquista per greci e romani, la Puglia era un territorio che ospitava interessanti popolazioni come la Messapica, presente nell’area ovest del Salento: la civiltà, molto fiorente, presumibilmente proveniva dagli importanti flussi migratori dall’Illiria, l’area balcanica corrispondente alla ex Jugoslavia, o dall’Anatolia, cioè dagli altipiani della Turchia. Erano temibili guerrieri che erigevano borghi fortificati cinti da diverse file di mura quasi sempre in cima alle colline. Nell’area che va da Capo Leuca verso Taranto i maggiori centri urbani dei messapici sono Ugento, Nardò e Alezio (l’antico insediamento messapico di Vereto corrisponde oggi a Patù): non perdeteveli.

Torre San Giovanni

I messapi erano anche commercianti e costruivano porti importanti come quello che serviva la città di Ugento, Torre San Giovanni (Torre San Gregorio invece era il sito portuale che faceva riferimento a Vereto). Oggi delle vestigia antiche non rimangono che alcune testimonianze, tra cui una scalinata fatta di rocce squadrate di pietra tufacea che dal porto risale verso la collina. In queste poco profonde acque, è possibile osservare, anche solo con una maschera, numerosi resti di cocci, anfore, vasi ed altre testimonianze dell’attività portuale del sito (attivo non solo nel periodo messapico ma anche successivamente con i romani). Andate a visitare, attorno al porto, il piccolo gruppo di case e la splendida insenatura naturale circondata dall’alta scogliera. Da non perdere anche l’omonima Torre, sempre parte del sistema difensivo che dal medioevo in avanti era stato edificato per contrastare le scorrerie dei saraceni e dei turchi (un vero flagello per la popolazione della costa pugliese).

Patù

Si trova nell’entroterra ed è il più piccolo comune della provincia di Lecce. Nato intorno all’anno mille in seguito alla fuga degli abitanti da Vareto, fu poi distrutta dai saraceni. Nel delizioso paesino si può ammirare un edificio le cui funzioni sono ancora oggi in parte sconosciute: il Centopietre è di origine romana o addirittura precedente ed è costituito da cento pietre tufacee sovrapposte senza uso di alcun legante (come malta o calce) a formare un edificio a pianta rettangolare.

Torre Vado

Per passare una giornata di mare invernale che vi porterete per sempre nel cuore, raggiungete questa località: c’è la bellissima spiaggia di Pescoluse e Torre Pali.

Condividi questo articolo su Facebook:

  • Consiglia questo articolo ai tuoi amici:
  • Condividi questo articolo con i tuoi amici:
    Condividi
  • Suggerisci ad un amico tramite email

Articoli simili e interessanti:

Tags:

Autore:

Lascia un commento

Il tuo nome (*)
E-Mail (*)

Il tuo sito web:

Offerte LowCost

Offerte voli e low cost

La tua Pubblicità?

Se sei interessato a pubblicizzare le tue offerte o la tua struttura alberghiera sul nostro sito, contattaci all'indirizzo email info@girandoilmondo.it oppure tramite l'apposito modulo dei contatti.

Iscriviti al Feed

Iscriviti al Feed RSS
Tieniti aggiornato, iscriviti al nostro Feed RSS gratuito e ricevi ogni giorno gli ultimi articoli pubblicati, gratis!