Stai cercando un Volo?


Da

A
Data di partenza

Data di ritorno
Adulti Bambini Neonati

Scrivi il tuo Diario di Viaggio

Scrivi il tuo Diario di Viaggio Condividere le tue esperienze con i viaggiatori su "Girando il Mondo" è facile. Entra ora nella community

Effettua una ricerca

Itinerari di viaggio, guide turistiche, offerte lowcost, news di viaggo?

Itinerari di Viaggio

Cerchi un Itinerario di Viaggio in particolare? Seleziona un continente per velocizzare la tua ricerca

Guide di Viaggio e consigli

Una moltitutine di utili guide per ogni occasione. Tutto quello che c'è da sapere per non farsi trovare mai impreparati...
Cosa vedere a Brunico (Bruneck), sulle Dolomiti
Cosa vedere a Brunico (Bruneck), sulle Dolomiti
Cosa vedere a Brunico (Bruneck), sulle Dolomiti
Cosa vedere a Brunico (Bruneck), sulle Dolomiti

Nella via Centrale si affacciano edifici gotici con tetti merlati, facciate affrescate e sporti. Recandosi al numero civico 29 è possibile individuare un’iscrizione indicante il luogo in cui avrebbe abitato Michael Pacher. Nel centro storico si trova anche l’albero Lamm, con una Stube rivestita in legno intagliato e impreziosita da disegni e dipinti. Un bell’edificio medievale ma rifatto in epoca settecentesca è la casa Kirchberger.

Presso la porta delle Orsoline sorge la gotica chiesa del Salvatore, detta Orsoline, nel cui altare si conservano sculture in legno del 400 di origine boema, testimonianza artistica di Brunico.

A est, rispetto alla via Centrale, sorge la porta di Ragen di Sopra. Al di là, nella piazza con la colonna settecentesca dell’Immacolata, si ammira la residenza Sternbach. Proseguendo avanti ci si imbatte nella parrocchiale di Nostra Signora, edificata nel XIII secolo, ma rimaneggiata a causa di incendi fino ad assumere l’aspetto attuale attorno alla metà dell’Ottocento. Le decorazioni sono opera di Georg Mader; il crocifisso in legno è di Michael Pacher.

Attraversando il ponte sul fiume Rienza, si giunge alla barocca chiesa del Santo Spirito, con stucchi settecenteschi di Giacomo Antonio Delai e dipinti di Francesco Unterberger.

Dalla porta di Ragen di Sopra si arriva al castello, passando davanti alla barocca chiesa di Santa Caterina, dal campanile a bulbo. Del castello, sovrastato dal maschio merlato, è possibile visitare solo il cortile interno, affrescato con stemmi vescovili. Costruito a partire dal XIII secolo e portato a compimento nel secolo successivo, domina il panorama di Brunico; nel 600 fu ulteriormente ampliato e modificato.

Nei dintorni di Brunico si possono fare passeggiate a Riscone / Reischach, da dove parte la funivia per il Plan de Corones; a castel Lamberto e a Teodone / Dietenheim, paese con molte residenze nobiliari, in cui è allestito l’interessante Museo provinciale degli usi e costumi (Aperto dal 15 Aprile fino al 31 Ottobre, dal Martedi al Sabato e dalle 9:30 fino alle 17:30), ospitato nella residenza Mair am Hof, sulla cui facciata sono riprodotti elementi con la tecnica del trompe d’oeil.

Se state cercando un luogo in cui gustare caldarroste, formaggi, wurstel e vin brulè, la frazione Stegona di Brunico è ciò che fa al caso vostro. In questa frazione, a fine Ottobre viene organizzato uno dei mercati più antichi di tutto l’Alto Adige. Se andate a Brunico in marzo o aprile non perdetevi il mercatino di Pasqua, che si tiene nel villaggio di casette di legno in via Bastioni. Nel panorama delle manifestazioni altoatesine è unico. Vi troverete oggetti di artigianato locale, gastronomia e piaceri del palato, musica e divertimento. Forse incontrerete di persona anche il coniglietto pasquale brunicense.

Condividi questo articolo su Facebook:

  • Consiglia questo articolo ai tuoi amici:
  • Condividi questo articolo con i tuoi amici:
    Condividi
  • Suggerisci ad un amico tramite email

Articoli simili e interessanti:

Tags:

Autore:

Lascia un commento

Il tuo nome (*)
E-Mail (*)

Il tuo sito web:

Offerte LowCost

Offerte voli e low cost

La tua Pubblicità?

Se sei interessato a pubblicizzare le tue offerte o la tua struttura alberghiera sul nostro sito, contattaci all'indirizzo email info@girandoilmondo.it oppure tramite l'apposito modulo dei contatti.

Iscriviti al Feed

Iscriviti al Feed RSS
Tieniti aggiornato, iscriviti al nostro Feed RSS gratuito e ricevi ogni giorno gli ultimi articoli pubblicati, gratis!