Stai cercando un Volo?


Da

A
Data di partenza

Data di ritorno
Adulti Bambini Neonati

Scrivi il tuo Diario di Viaggio

Scrivi il tuo Diario di Viaggio Condividere le tue esperienze con i viaggiatori su "Girando il Mondo" è facile. Entra ora nella community

Effettua una ricerca

Itinerari di viaggio, guide turistiche, offerte lowcost, news di viaggo?

Itinerari di Viaggio

Cerchi un Itinerario di Viaggio in particolare? Seleziona un continente per velocizzare la tua ricerca

Guide di Viaggio e consigli

Una moltitutine di utili guide per ogni occasione. Tutto quello che c'è da sapere per non farsi trovare mai impreparati...
Settimana bianca sulle Dolomiti di Brenta
Settimana bianca sulle Dolomiti di Brenta
Settimana bianca sulle Dolomiti di Brenta

Le Dolomiti di Brenta sono una sottosezione delle Alpi Retiche meridionali e si tratta dell’unico gruppo dolomitico ad ergersi ad ovest del fiume Adige. Quelle del Brenta sono da più di cento anni meta di alpinisti ed escursionisti provenienti da tutto il mondo grazie alla vasta offerta di ascensioni, sentieri, percorsi attrezzati nonché decine di rifugi, bivacchi in quota e straordinari paesaggi. Il gruppo montuoso si estende per circa 40 chilometri in direzione nord – sud, e per circa 12 km da est ad ovest. Ha come confini naturali a nord la Valle di Sole, ad est la Valle di Non, il Lago di Molveno e la Paganella, a sud le Valli Giudicarie, e ad ovest la Valle Rendena. L’intero gruppo del Brenta è compreso nel territorio del Parco Naturale Adamello-Brenta. Si noti tuttavia che la Paganella non è affatto di natura dolomitica bensì calcarea ed è separata fisicamente dal Gruppo del Brenta dalla Valle di Molveno e dall’omonimo lago (e non è compresa entro i confini del Parco naturale). Le Dolomiti di Brenta si connotano per i suggestivi torrioni di roccia, che all’alba e al tramonto si tingono del caratteristico colore rosa, e per l’imponenza degli scenari naturali. Le leggende legate a questa particolare colorazione sono molte anche se la più affermata è quella riguardante Re Laurino ed il suo giardino delle rose.

Il gruppo delle Dolomiti di Brenta è suddiviso in tre parti:

  • la parte centrale è in assoluto la più frequentata, anche per via dei comodi accessi da Molveno e Madonna di Campiglio. Le cime più affascinanti del Gruppo si concentrano in questo settore, e possono essere godute in tutto il loro splendore percorrendo uno dei sentieri attrezzati più famosi al mondo, la Via delle Bocchette
  • la parte settentrionale, più selvaggia e meno frequentata, è meno adatta all’escursionista inesperto, in quanto i percorsi per giungere ai rifugi sono mediamente più ardui e più lunghi. Rappresenta forse, tuttavia, la parte naturalisticamente più bella del Gruppo, tanto da ospitare una piccola colonia di orsi bruni.
  • la parte meridionale del Gruppo offre accessi forse meno agevoli ma spesso più interessanti dal punto di vista naturalistico. È frequentata in estate soprattutto nel settore che confina con la parte centrale, molto meno in quello più meridionale.

Presenza di laghi e bacini nel Brenta:

Nel gruppo del Brenta si trovano molti laghi alpini, il più esteso dei quali è il lago di Molveno mentre quello più interessante è certamente quello di Tovel, un tempo celebre per la colorazione rossa delle sue acque, sicuramente dovuta alla presenza di particolari alghe o batteri. Gli altri laghi nei quali è possibile imbattersi durante le escursioni tracciate sono laghetti alpini di modeste dimensioni: il lago di Valagola in Val d’Agola, il lago Durigat nelle vicinanze del Rifugio Peller, il Lago delle Salare in prossimità del Passo della Nana, e il Lago di Asbelz.

I principali accessi al gruppo sono quattro:

  • dall’Altopiano della Paganella, ed in particolare dalla località Pradel nel Comune di Molveno: fornisce un agevole accesso da sud-ovest, in particolare al centralissimo Rifugio Tommaso Pedrotti
  • dalle Valli Giudicarie, in particolare dalla Val d’Ambiez (da San Lorenzo in Banale, per raggiungere il Rifugio Silvio Agostini) e dalla Val d’Algone (per accedere al Rifugio Dodici Apostoli).
  • dalla Valle Rendena: dalla località Vallesinella di Madonna di Campiglio o con gli impianti di risalita che portano al Passo del Grosté, oppure ancora da S. Antonio di Mavignola per risalire la val d’Agola.
  • dalla Valle di Non: per la Val di Tovel (cui si può accedere in macchina) o da Cles raggiungendo il rifugio Peller (cima e rifugio più settentrionali della catena).

Le Dolomiti di Brenta offrono in definitiva una varietà strabiliante di percorsi ed attrattive, adatte sia all’escursionismo che al semplice “turismo bianco“. I rifugi e le zone attrezzate a questo scopo sono tante e avrete solo l’imbarazzo della scelta. Prima di avventurarvi nella vostra settimana bianca in uno dei centri adibiti allo scopo consigliamo vivamente di effettuare una telefonata per conoscere quali sono le condizioni climatiche previste, meglio evitare spiacevoli sorprese.

Condividi questo articolo su Facebook:

  • Consiglia questo articolo ai tuoi amici:
  • Condividi questo articolo con i tuoi amici:
    Condividi
  • Suggerisci ad un amico tramite email

Articoli simili e interessanti:

Tags:

Autore:

Lascia un commento

Il tuo nome (*)
E-Mail (*)

Il tuo sito web:

Offerte LowCost

Offerte voli e low cost

La tua Pubblicità?

Se sei interessato a pubblicizzare le tue offerte o la tua struttura alberghiera sul nostro sito, contattaci all'indirizzo email info@girandoilmondo.it oppure tramite l'apposito modulo dei contatti.

Iscriviti al Feed

Iscriviti al Feed RSS
Tieniti aggiornato, iscriviti al nostro Feed RSS gratuito e ricevi ogni giorno gli ultimi articoli pubblicati, gratis!