Stai cercando un Volo?


Da

A
Data di partenza

Data di ritorno
Adulti Bambini Neonati

Scrivi il tuo Diario di Viaggio

Scrivi il tuo Diario di Viaggio Condividere le tue esperienze con i viaggiatori su "Girando il Mondo" è facile. Entra ora nella community

Effettua una ricerca

Itinerari di viaggio, guide turistiche, offerte lowcost, news di viaggo?

Itinerari di Viaggio

Cerchi un Itinerario di Viaggio in particolare? Seleziona un continente per velocizzare la tua ricerca

Guide di Viaggio e consigli

Una moltitutine di utili guide per ogni occasione. Tutto quello che c'è da sapere per non farsi trovare mai impreparati...
Visitare Todi, una perla nel cuore dell’Umbria
Visitare Todi, una perla nel cuore dell’Umbria
Visitare Todi, una perla nel cuore dell’Umbria
Visitare Todi, una perla nel cuore dell’Umbria

Anni fa un professore della U.S. Kentucky University la definì “la città più vivibile del mondo”, e, a vederla, non c’è nemmeno da chiedersi il perché. Sto parlando di Todi, una cittadina umbra di circa 20.000 abitanti in provincia di Perugia. Sorge in cima ad una collina di 400 metri e si affaccia sullo splendido scenario della media valle del Tevere. Ha origini etrusche, anche se ebbe il suo sviluppo maggiore sotto la dominazione romana, dove ottenne addirittura il diritto di coniare moneta propria. Poche sono invece le notizie relative al paese in epoca barbarica, anche se voci mai confermate vorrebbero che questo fosse addirittura riuscito nell’impossibile impresa di fermare il terribile Attila. Durante il Medioevo fu comune e signoria, per poi entrare a far parte dello Stato della Chiesa, fatto che sancì però l’inizio del suo degrado. Todi, il cui nome deriva da  “Tutere”, che significa città di confine, è famosa anche per aver dato i natali a un celebre poeta, compositore di storiche laudi, ovvero Jacopone De Benedetti, meglio noto come Jacopone da Todi.

La visita di questa splendida cittadina non può che cominciare dal centro storico medievale, dove giacciono edifici sacri prestigiosi, come la Concattedrale della Santissima Annunziata, situata in Piazza del Popolo, una struttura in stile lombardo con un pregevole rosone centrale e uno splendido portale con arcate a sesto acuto. Altra magnifica chiesa è quella di San Fortunato, costruzione paleocristiana successivamente rivistata in chiave gotica, che ospita la tomba del sovra citato poeta Jacopone da Todi. Fuori dalle duecentesche mura cittadine si trova invece il famoso Tempio di Santa Maria della Consolazione, uno degli edifici-simbolo dell’architettura rinascimentale, la cui struttura classica si contrappone al centro cittadino, tutto in stile medievale. Si tratta di una costruzione a pianta centrale, riconducibile ad una croce greca,  decorata da una successione di piccole finestre e da frontoni triangolari e curvi. Sopra la Chiesa, esattamente a 60 m d’altezza, si eleva una grande cupola a tamburo, che corona l‘intera struttura.

Da vedere è poi il complesso del Palazzo Comunale, nato dall’unione del Palazzo del Popolo (in cui sono ospitati il Museo Lapidario, la Pinacoteca Civica e il Museo Etrusco Romano), del Palazzo del Capitano e del Palazzo dei Priori, il più bello dei tre Nel punto più alto della città, esattamente a 411 m sopra il livello del mare, sono visibili i resti della rocca fatta erigere nel 1373 da Papa Gregorio IX, per confermare il proprio potere sui todini. Quest’edificio fu distrutto nel 1503, ma ne restano comunque il grande torrione rotondo, il “Mastio” ed alcune opere di fortificazione.                                                                     La triplice cerchia di mura difensive, delle quali l’ultima è rimasta oggi pressoché intatta, è interrotta da numerose porte, il cui nome dipende dalle città di destinazione cui conducono.

Interessante è anche scoprire la Todi sotterranea, fatta di cisterne e cunicoli, alcuni a cielo aperto ed altri in galleria, che risalgono ad epoche differenti e dunque presentano tecniche edilizie diverse. Comunque sia, i monumenti che predominano a Todi sono le chiese. Oltre a quelle già citate, da vedere sono anche La Chiesa di Santa Maria in Cammuccia, a due piani, creata per rispondere all’esigenza di ospitare un grande numero di fedeli, la Chiesa dei Ss. Filippo e Giacomo, con l’adiacente monastero benedettino e quella di S. Stefano, orientata in modo da cogliere, attraverso la porta d’ingresso, le prime luci del mattino, simbolo della luce divina. Una visita meritano anche la Chiesa di Sant’Ilario, con la sua facciata in stile romanico umbro, quella di Santa Prassede e quella antichissima di S.Giorgio.

Oltre a possedere un inestimabile patrimonio artistico, Todi è anche considerata la patria del vino e presenta numerosi itinerari riguardanti la cultura enogastronomica locale. Dunque, la cittadina umbra incarna un vero e proprio paradiso per i buongustai.  I piatti base sono il pane, tipicamente senza sale e la pasta, in cui dominano i famosi strozzapreti. Appartenenti alla tradizione locale sono anche le pizze al formaggio, le zuppe di legumi, le bruschette, gli arrosti di agnello e cinghiale con polenta.

 Per finire in bellezza, ecco un appunto da segnare sul taccuino: ogni seconda domenica del mese, Piazza del Popolo, il cuore pulsante della cittadina umbra,  fa da cornice ad un affascinante mercato dell’antiquariato, dove è possibile trovare anche prodotti dell’artigianato locale, che qui è particolarmente importante e riguarda soprattutto la lavorazione di terracotta, ceramica e laterizi.

Descrivere la bellezza di Todi a parole è impossibile. L’unico modo per giovare di tutte le meraviglie di questo paese umbro, è visitarlo.

Condividi questo articolo su Facebook:

  • Consiglia questo articolo ai tuoi amici:
  • Condividi questo articolo con i tuoi amici:
    Condividi
  • Suggerisci ad un amico tramite email

Articoli simili e interessanti:

Tags:

Autore:

Lascia un commento

Il tuo nome (*)
E-Mail (*)

Il tuo sito web:

Offerte LowCost

Offerte voli e low cost

La tua Pubblicità?

Se sei interessato a pubblicizzare le tue offerte o la tua struttura alberghiera sul nostro sito, contattaci all'indirizzo email info@girandoilmondo.it oppure tramite l'apposito modulo dei contatti.

Iscriviti al Feed

Iscriviti al Feed RSS
Tieniti aggiornato, iscriviti al nostro Feed RSS gratuito e ricevi ogni giorno gli ultimi articoli pubblicati, gratis!