Stai cercando un Volo?


Da

A
Data di partenza

Data di ritorno
Adulti Bambini Neonati

Scrivi il tuo Diario di Viaggio

Scrivi il tuo Diario di Viaggio Condividere le tue esperienze con i viaggiatori su "Girando il Mondo" è facile. Entra ora nella community

Effettua una ricerca

Itinerari di viaggio, guide turistiche, offerte lowcost, news di viaggo?

Itinerari di Viaggio

Cerchi un Itinerario di Viaggio in particolare? Seleziona un continente per velocizzare la tua ricerca

Guide di Viaggio e consigli

Una moltitutine di utili guide per ogni occasione. Tutto quello che c'è da sapere per non farsi trovare mai impreparati...
Cosa vedere a Saragozza, la città immortale
Cosa vedere a Saragozza, la città immortale
Cosa vedere a Saragozza, la città immortale
Cosa vedere a Saragozza, la città immortale

“La Più Nobile, Leale,Eroica e Immortale”: così fu definita Saragozza ai tempi in cui si oppose strenuamente alle truppe  napoleoniche, durante la Guerra di Indipendenza Spagnola, e così è considerata ancora oggi. Saragozza è la quinta città spagnola per numero di abitanti (682.283), nonché il centro di un importante nodo di comunicazioni. Situata nella zona nord-orientale della Spagna, vanta una posizione molto particolare, esattamente al centro di una vasta depressione un tempo desertica, sulla riva destra del fiume Ebro. Le origini di Saragozza, che in spagnolo è detta Zaragoza, si disperdono nell’antichità. Fu infatti fondata nel 25 a.C. dall’imperatore Cesare Augusto, come colonia romana e rappresentò uno dei centri più importanti dell’antica civiltà capitolina in Spagna. Caduto L’Impero Romano, Saragozza fu occupata dai Visigoti e, in seguito, fu una delle prime località spagnole a convertirsi al Cristianesimo. Fu poi dominio arabo, ma nel 1118 i cristiani la riconquistarono e Zaragoza visse un periodo di enorme prosperità in veste di capitale del Regno d’Aragona. In epoca più recente, come precedentemente detto, si distinse per avere sostenuto due assedi da parte delle truppe francesi durante la guerra napoleonica.

Nonostante la sua grandezza e l’ampia quantità di monumenti presenti, Saragozza è ancora pressoché incontaminata dal turismo di massa ed è una delle località spagnole meno visitate dai turisti internazionali. E’ comunque una città vivace e prospera, con un’economia fiorente e un forte senso di cordialità e ospitalità. Ricca di storia e cultura, Zaragoza si distingue anche per la presenza di una prestigiosa università, meta di molti studenti italiani in Erasmus. Per quanto riguarda la visita del luogo, è consigliabile percorrere il centro saragozzese a piedi, così da poter ammirare da vicino tutte le molteplici bellezze presenti. Per coloro che optano invece per l’uso dei trasporti pubblici, la scelta migliore è ricorrere all’acquisto di una sorta di city card, che permette sia di accedere gratis ai mezzi, che di entrare in musei e edifici storici di interesse senza pagare.  Riguardo ai monumenti di Zaragoza, il più famoso è senz’altro la Basilica de Nuestra Senora del Pilar, che sorge nel punto in cui, secondo la leggenda, la Madonna apparse miracolosamente a S. Giacomo, orinandogli la costruzione di una chiesa. Per questo motivo,  la suddetta Basilica è una destinazione di pellegrinaggio molto importante. Si tratta di un edificio barocco, che riporta però influenze in stile mudejar, al cui interno giacciono capolavori di valore inestimabile, come gli affreschi di Goya. La seconda cattedrale saragozzese è la Seo del Salvado, una costruzione ancora più grandiosa del Pilar, in stile gotico-mudèjar.

La facciata della Chiesa rappresenta un tipico esempio di architettura gotico-aragonese, mentre all’interno si può ammirare una collezione di arazzi francesi e fiamminghi e uno splendido altare maggiore. Il tratto distintivo di Zaragoza è la compresenza della tradizione artistica cristiana e musulmana, che prende il nome di stile mudèjar, grazie al quale alcuni edifici della  città  sono diventati Patrimonio dell’UNESCO. Le costruzioni che hanno ottenuto il prestigioso riconoscimento  sono la Iglesias mudèjar, la chesa Magdalena, la chiesa di San Miguel,  la chiesa di San Pablo e la già citata cattedrale di Seo.  Un’altra interessante attrazione storica è il Palacio de la Aljaferia, un castello moresco famoso per le intricate decorazioni in oro del suo soffitto, nonché parte de las Muralla, la cinta muraria che un tempo circondava la città. Un percorso veramente interessante è inoltre l’itinerario romano Caesaraugusta, un viaggio che conduce il visitatore nei luoghi fondamentali del periodo romano di Saragozza. Ma la città spagnola non è solo antica, bensì offre anche una vasta gamma di attrazioni di timbro moderno. Ne sono un esempio le “Avenidas”, lunghissime vie cittadine piene di negozi e locali, così come le  piazze saragozzesi, tra le quali Paraiso e Los Sitios, che incarnano le mete ideali per un po’ di sano shopping.

Se, oltre a visitare monumenti e arricchire il proprio bagaglio culturale, si vuole fare un tuffo nella movida spagnola, la zona clou è l’area situata tra il mercato centrale e Bolivia La Plaz, dove pullulano locali di tendenza. Per gli amanti della buona tavola, da provare assolutamente è la squisita cucina aragonese, ricca di frutta, verdura, carni di pollo maiali e agnello e legumi, preparati con i tradizionali chilindrones, una salsa a base di pomodori, peperoni e cipolle soffritte. Tra i piatti tipici ecco spuntare i peperoni stufati, la trota alla navarrina, l’agnello al forno, il baccalà all’aglio e las magras (prosciutto fritto) al pomodoro. Per vedere la Spagna da una nuova prospettiva, una visita a Saragozza è assolutamente da non perdere.

Condividi questo articolo su Facebook:

  • Consiglia questo articolo ai tuoi amici:
  • Condividi questo articolo con i tuoi amici:
    Condividi
  • Suggerisci ad un amico tramite email

Articoli simili e interessanti:

Tags:

Autore:

Lascia un commento

Il tuo nome (*)
E-Mail (*)

Il tuo sito web:

Offerte LowCost

Offerte voli e low cost

La tua Pubblicità?

Se sei interessato a pubblicizzare le tue offerte o la tua struttura alberghiera sul nostro sito, contattaci all'indirizzo email info@girandoilmondo.it oppure tramite l'apposito modulo dei contatti.

Iscriviti al Feed

Iscriviti al Feed RSS
Tieniti aggiornato, iscriviti al nostro Feed RSS gratuito e ricevi ogni giorno gli ultimi articoli pubblicati, gratis!