Stai cercando un Volo?


Da

A
Data di partenza

Data di ritorno
Adulti Bambini Neonati

Scrivi il tuo Diario di Viaggio

Scrivi il tuo Diario di Viaggio Condividere le tue esperienze con i viaggiatori su "Girando il Mondo" è facile. Entra ora nella community

Effettua una ricerca

Itinerari di viaggio, guide turistiche, offerte lowcost, news di viaggo?

Itinerari di Viaggio

Cerchi un Itinerario di Viaggio in particolare? Seleziona un continente per velocizzare la tua ricerca

Guide di Viaggio e consigli

Una moltitutine di utili guide per ogni occasione. Tutto quello che c'è da sapere per non farsi trovare mai impreparati...
L’Isola del Principe Edoardo, Canada
L’Isola del Principe Edoardo, Canada

Piccolo paradiso rurale noto soprattutto come tappa delle crociere, l’Isola del Principe Edoardo (in inglese il suo nome è Prince Edward Island, in gaelico scozzese Eilean a’ Phrionnsa, in francese Île-du-Prince-Édouard) è una piccola isola che costituisce una delle tre province marittime del Canada (con Nuovo Brunswick e Nuova Scozia) e la più piccola provincia canadese. Sorge nel golfo di San Lorenzo (Gulf of Saint Lawrence in inglese, Golfe du Saint-Laurent in francese), un ampio braccio di mare dell’Oceano Atlantico, e conta circa 140.000 abitanti, secondo i dati del 2009, in un territorio che si estende per meno di 6000 km2.

La spiaggia dell’isola si estende per 850 km; in inverno le temperature sono molto rigide, ma in estate è possibile invece fare il bagno, dato che la Corrente del Golfo ne riscalda le acque fino alla temperatura di 22°C. Le spiagge più belle sono quelle della costa nord dell’isola, dove è da visitare anche il Parco Nazionale (Prince Edward Island National Park).

Oltre che da spiagge e baie, l’isola è caratterizzata da un paesaggio collinare, da terreni boschivi e da scogliere composte dalla tipica arenaria rossa della zona. Un ponte, il Confederation Bridge, la collega dal 1997 alla terra ferma, precisamente alla provincia del Nuovo Brunswick. Il motto dell’isola, un tempo abitata dalla popolazione dei Mi’kmaq e scoperta dall’esploratore Jacques Cartier nel 1534, è “parva sub ingenti”; i suoi simboli sono la quercia rossa come albero, una tipologia di orchidea molto vistosa detta Pianella rosa della Madonna (o Scarpetta di Venere) come fiore, e un piccolo uccellino bianco e celeste che vive nell’America settentrionale, la Ghiandaia azzurra americana, come volatile.

Capitale dell’isola, che ha la forma di una mezzaluna, è Charlottetown, che fa parte della più grande area urbana di Prince Edward Island con le città di Cornwall e Stratford (l’altra area urbana, più modesta, è sulla costa meridionale). A Charlottetown, che conta poco più di 30.000 abitanti, ci sono molti hotel e ristoranti; nella Province House della città partì nel 1864 il progetto di una Confederazione indipendente che riunisse le ex-colonie britanniche, tanto che la capitale è detta così Canada’s birthplace, ovvero luogo di nascita del Canada. L’edificio, a tre piani ed in stile neoclassico dell’epoca georgiana (XVIII secolo), fu progettato dall’inglese Isaac Smith nel 1847; è stato restaurato perché conservasse l’aspetto ottocentesco, con tanto di mobili originali. Da vedere sono anche gli altri palazzi dai colori vivaci che arricchiscono il quartiere storico della città, che presenta un’architettura coloniale con viali alberati e bellissimi giardini, nonché il lungomare. Se amate l’arte, non perdetevi le varie gallerie della città con le esposizioni degli artisti contemporanei del posto; molto belli sono inoltre gli oggetti che gli artigiani realizzano con il legno tipico della zona, l’acero a occhio pernice.

Meta turistica è anche Cavendish, un piccolo villaggio rurale. La rivista “Traveland Leisure” ha inserito l’isola del Principe Edoardo, visitata ogni anno da oltre un milione di turisti, tra le dieci isole più splendide del mondo. La vita vi sembra scorrere ancora con un ritmo lento e pacifico, in quanto  ancora basata soprattutto su un’economia rurale. Tra gli sport che è possibile praticarvi c’è il trekking; consigliate sono inoltre gite in bici, in moto o in camper.

La religione più diffusa sull’isola è quella cristiana, mentre oltre che da canadesi, Prince Edward Island è abitata soprattutto da scozzesi, irlandesi e inglesi. Un censimento del 2001 attestava anche la presenza di circa 600 italiani.

Condividi questo articolo su Facebook:

  • Consiglia questo articolo ai tuoi amici:
  • Condividi questo articolo con i tuoi amici:
    Condividi
  • Suggerisci ad un amico tramite email

Articoli simili e interessanti:

Tags:

Autore:

Lascia un commento

Il tuo nome (*)
E-Mail (*)

Il tuo sito web:

Offerte LowCost

Offerte voli e low cost

La tua Pubblicità?

Se sei interessato a pubblicizzare le tue offerte o la tua struttura alberghiera sul nostro sito, contattaci all'indirizzo email info@girandoilmondo.it oppure tramite l'apposito modulo dei contatti.

Iscriviti al Feed

Iscriviti al Feed RSS
Tieniti aggiornato, iscriviti al nostro Feed RSS gratuito e ricevi ogni giorno gli ultimi articoli pubblicati, gratis!