Stai cercando un Volo?


Da

A
Data di partenza

Data di ritorno
Adulti Bambini Neonati

Scrivi il tuo Diario di Viaggio

Scrivi il tuo Diario di Viaggio Condividere le tue esperienze con i viaggiatori su "Girando il Mondo" è facile. Entra ora nella community

Effettua una ricerca

Itinerari di viaggio, guide turistiche, offerte lowcost, news di viaggo?

Itinerari di Viaggio

Cerchi un Itinerario di Viaggio in particolare? Seleziona un continente per velocizzare la tua ricerca

Guide di Viaggio e consigli

Una moltitutine di utili guide per ogni occasione. Tutto quello che c'è da sapere per non farsi trovare mai impreparati...
Vacanze in Jamaica? Ecco un’infarinata generale
Vacanze in Jamaica? Ecco un’infarinata generale

Si può raggiungere l’isola della Jamaica attraverso due aeroporti, quello di Kingston, la capitale, o quello di Montego Bay a nord-ovest. Quello che colpisce subito dell’intera isola è il verde tropicale, il clima caldo e umido, le spiagge bianchissime, come la Doctor’s Cave Beach oltre che a quelle di Cornwall Beach, Walter Fletcher Beach e Gloucester Avenue. Da ogni parte della Jamaica, con poche ore di bus si possono raggiungere altre località di grande interesse come Kingston, Ocho Rios o Port Antonio ed immergersi nella natura più incontaminata:piante, fiori, alberi, animali, fiumi e cascate.

Ci sono numerose riserve dove osservare in piena libertà animali di ogni genere: colibrì, pappagalli, tucani, cornacchie, pellicani etc.. ma anche serpenti, ragni, pesci tropicali, tartarughe marine ,squali e alligatori. Questi ultimi vengono usati come attrazione turistica molto diffusa, sono parzialmente addormentati dai gas naturali che fuoriescono dal letto dei fiumi e nutriti con pezzi di pollo per dare la possibilità ai turisti di scattare qualche foto.

Il territorio jamaicano non è molto esteso, solo 240 km in lunghezza per 85 km in larghezza, il problema per gli spostamenti risiede nel fatto che gli autobus non sono confortevoli e molte strade oltre a non essere asfaltate sono decisamente impervie, tanto da ricordare la stradina che porta al castello di dracula. Si parla comunemente l’inglese ed il patwah, ma vista la grande affluenza di turisti non è raro che ogni lingua venga compresa e appresa. Come saluto si usa molto il “respect“, accompagnato da vari gesti;una stretta di mano o pugno contro pugno.

Bisogna prestare attenzione quando si cammina da soli, specialmente sulle spiagge, perché si è preda di venditori di ogni tipo di oggettistica e merce, nonché di improvvisati massaggiatori di “Aloe Vera” che chiederanno mance a più non posso per il servizio prestato. Nonostante la popolazione sia cordiale è bene girare prestando attenzione a quali zone si frequenta e nel caso è buona norma essere accompagnati, la Jamaica infatti è uno dei paesi con il più alto tasso di criminalità al mondo. Ovvio che dal punto di vista musicale non si potrà non trovare ovunque musica reggae, nella massima espressione di Bob Marley, figura mitica per i Jamaicani.

Da qui il nascere di varie comunità rasta, filosofia di vita e fede spirituale che ha preso piede intorno agli anni 30 del 1900, ma che a partire dagli anni ottanta si è diffusa nel resto del mondo, soprattutto grazie a Bob Marley e alla musica reggae, che ne veicola i contenuti. I rastafariani, sono conosciuti nel mondo anche grazie alla loro capigliatura, i cosiddetti dreadlocks, ciocche di capelli aggrovigliati che formano trecce più o meno lunghe. Il copricapo usato solitamente è il tam, che porta i colori della bandiera etiope, spesso con visiera.

La bandiera della Jamaica usa tre colori,scelti per ricordare le origini della popolazione e le ricchezze dell’isola: giallo indicante il sole, quasi sempre presente in Giamaica, verde indicante l’agricoltura ,la vegetazione e la speranza nel futuro,nero indicante il colore della pelle della popolazione e anche gli oneri e le difficoltà del passato.

Il periodo da evitare è novembre perché oltre alle piogge, è il periodo nel quale si possono verificare forti raffiche di vento fino alla formazione di uragani.

Spostandosi dalle grandi città, il resto della Jamaica presenta strade di terra battuta e asfalto più o meno buono. Ai lati della strada oltre a case semplici in mattone, si possono osservare senz’altro e facilmente le baracche di legno,semplicità dei luoghi sottolineati dall’assenza della corrente elettrica, tant’è che di notte l’unica illuminazione a è quella delle auto di passaggio. Anche per questo motivo, le carni vengono vendute per strada direttamente appoggiate su banconi di legno,sono pochi quelli che usano banconi refrigerati, una cosa difficile da capire per chi invece ha regole severissime di igiene nel proprio Paese.

Curiostià:

All’arrivo in aeroporto i controlli sono pressoché nulli, all’uscita invece ogni valigia viene scrutata minuziosamente dalla polizia aeroportuale in cerca della famosa “Ganja“, la marijuana che sull’isola è di uso comune per gli abitanti del luogo. Non solo viene fumata come antistress o cura medicinale, ma viene usata in prodotti alimentari come torte e bevande (the o liquori). Ultima ma non meno importante prodotto locale è il “CAFFÉ GIAMAICA BLUE MOUNTAIN“,uno dei migliori caffè al mondo.

Se si ha la fortuna di vistare la Jamaica nel periodo che va dal 1° agosto, giorno dell’Emancipazione al 6 agosto, giorno dell’Indipendenza, si vedranno riversati sulla spiaggia e sulle strade, milioni di jamaicani in festa. Sulle spiagge in particolar modo si potrà assistere a concerti di vario genere ma senz’altro non mancheranno balli a base di reggae.

Condividi questo articolo su Facebook:

  • Consiglia questo articolo ai tuoi amici:
  • Condividi questo articolo con i tuoi amici:
    Condividi
  • Suggerisci ad un amico tramite email

Articoli simili e interessanti:

Tags:

Autore:

Lascia un commento

Il tuo nome (*)
E-Mail (*)

Il tuo sito web:

Offerte LowCost

Offerte voli e low cost

La tua Pubblicità?

Se sei interessato a pubblicizzare le tue offerte o la tua struttura alberghiera sul nostro sito, contattaci all'indirizzo email info@girandoilmondo.it oppure tramite l'apposito modulo dei contatti.

Iscriviti al Feed

Iscriviti al Feed RSS
Tieniti aggiornato, iscriviti al nostro Feed RSS gratuito e ricevi ogni giorno gli ultimi articoli pubblicati, gratis!