Stai cercando un Volo?


Da

A
Data di partenza

Data di ritorno
Adulti Bambini Neonati

Scrivi il tuo Diario di Viaggio

Scrivi il tuo Diario di Viaggio Condividere le tue esperienze con i viaggiatori su "Girando il Mondo" è facile. Entra ora nella community

Effettua una ricerca

Itinerari di viaggio, guide turistiche, offerte lowcost, news di viaggo?

Itinerari di Viaggio

Cerchi un Itinerario di Viaggio in particolare? Seleziona un continente per velocizzare la tua ricerca

Guide di Viaggio e consigli

Una moltitutine di utili guide per ogni occasione. Tutto quello che c'è da sapere per non farsi trovare mai impreparati...

Ricardo Franco Levi, braccio destro di Prodi, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, ha scritto un testo per tappare la bocca a Internet. Il disegno di legge è stato approvato in Consiglio dei ministri il 12 ottobre. Nessun ministro si è dissociato. Sul bavaglio all’informazione sotto sotto questi sono tutti d’accordo.
La legge Levi-Prodi prevede che chiunque abbia un blog o un sito debba registrarlo al ROC, un registro dell’Autorità delle Comunicazioni, produrre dei certificati, pagare un bollo, anche se fa informazione senza fini di lucro.
I blog nascono ogni secondo, chiunque può aprirne uno senza problemi e scrivere i suoi pensieri, pubblicare foto e video.
L’iter proposto da Levi limita, di fatto, l’accesso alla Rete.
Quale ragazzo si sottoporrebbe a questo iter per creare un blog?
La legge Levi-Prodi obbliga chiunque abbia un sito o un blog a dotarsi di una società editrice e ad avere un giornalista iscritto all’albo come direttore responsabile.
Il 99% chiuderebbe.
Il fortunato 1% della Rete rimasto in vita, per la legge Levi-Prodi, risponderebbe in caso di reato di omesso controllo su contenuti diffamatori ai sensi degli articoli 57 e 57 bis del codice penale. In pratica galera quasi sicura.
Il disegno di legge Levi-Prodi deve essere approvato dal Parlamento. Levi interrogato su che fine farà il blog di Beppe Grillo risponde da perfetto paraculo prodiano: “Non spetta al governo stabilirlo. Sarà l’Autorità per le Comunicazioni a indicare, con un suo regolamento, quali soggetti e quali imprese siano tenute alla registrazione. E il regolamento arriverà solo dopo che la legge sarà discussa e approvata dalle Camere”.
Prodi e Levi si riparano dietro a Parlamento e Autorità per le Comunicazioni, ma sono loro, e i ministri presenti al Consiglio dei ministri, i responsabili.
Se passa la legge sarà la fine della Rete in Italia.
Il mio blog non chiuderà, se sarò costretto mi trasferirò armi, bagagli e server in uno Stato democratico.

Fonte – Blog di Beppe Grillo

La cosa peggiore di questa legge, è che viene spacciata come atta a tutelare l’articolo 21 della costituzione, quello che garantisce la libertà di parola e di stampa, ma in realtà è esattamente il contrario. Oppure sbaglio ?
L’articolo 21 recita in parole povere: “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Si legge in un articolo redatto dal giornale Repubblica.it che a quanto dice Ricardo Franco Levi i blog più piccoli e a livello “amatoriale” non verranno toccati da questa legge, ovvio, il pesce grosso che da fastidio è il blog di Beppe Grillo no ? Con le varie petizioni e manifestazioni che sta tirando su è diventato un personaggio scomodo vero ? Gli avete già proibito di esibirsi in televisione, ma LUI non demorde, ed è passato ai canali satellitari svizzeri. Ora volete togliere di mezzo il suo blog, ma non ci riuscirete. Che l’Italia fosse la repubblica delle banane è risaputo in tutto il mondo, questa ne è un’ulteriore prova. Voglio essere libero di esprimere quello che penso ! Voglio la democrazia !
Certo, se un blog è atto a diffamare personaggi più o meno pubblici che siano merita di essere sanzionato/censurato, ma farlo con l’intero popolo di internet mi pare veramente eccessivo.

Su internet girano già alcune petizioni, tra tutte vi segnalo quella più firmata: Salviamo Internet

Condividi questo articolo su Facebook:

  • Consiglia questo articolo ai tuoi amici:
  • Condividi questo articolo con i tuoi amici:
    Condividi
  • Suggerisci ad un amico tramite email

Articoli simili e interessanti:

Tags:

Autore:

Sono stati ricevuti 11 commenti

  1. Propongo lo scambio di link per aumentare la visibilità sui motori di ricerca.
    Tutti coloro che desiderano essere immessi ricordino che saranno…..
    Amministratore: Questa tipologia di commenti non è consentita.

  2. Forse si sono accorti della fesseria che stavano facendo, leggete l’articolo sul Corriere della Sera.

    http://www.corriere.it/politica/07_ottobre_20/ddl_legge_editoria_blog_gentiloni.shtml

    Sottolineo un passaggio di quel che dice Gentiloni:

    “Naturalmente, mi prendo la mia parte di responsabilità – continua Gentiloni – (Come ha fatto anche il collega Di Pietro nel suo blog) per non aver controllato personalmente e parola per parola il testo che alla fine è stato sottoposto al Consiglio dei Ministri.”

    Cioè, manco leggono le leggi proposte. Ussignor

  3. Questa notizia mi lascia basito. Non solo. Mi provoca rabbia, delusione, e un grande senso di vuoto impotente.

    Questo è il momento di essere coraggiosi e non lasciarsi spaventare da sciocchi tentativi di limitazione della nostra libertà personale.

    Internet è, e sempre sarà un mondo libero, esente da controlli di stampo dittatoriale come quello che sta tentando di realizzare il governo con il decreto di legge in questione.

    Siamo in tanti e nessuno riuscirà mai a calpestarci in questo modo!

  4. [quote comment=”2220″]
    “Naturalmente, mi prendo la mia parte di responsabilità – continua Gentiloni – (Come ha fatto anche il collega Di Pietro nel suo blog) per non aver controllato personalmente e parola per parola il testo che alla fine è stato sottoposto al Consiglio dei Ministri.”

    Cioè, manco leggono le leggi proposte. Ussignor[/quote]

    E’ veramente vergognoso quanto da te riportato. Siamo veramente nella repubblica delle banane. Approvano leggi senza nemmeno averle lette completamente! Ma come si fa ad essere governati da gente così……

  5. Non leggi più il mio blog eh! 👿

    Comunque hanno ammesso la cazzata, tranquilli non si fa nulla.

    Redemption

  6. [quote comment=”2228″]Non leggi più il mio blog eh! 👿

    Comunque hanno ammesso la cazzata, tranquilli non si fa nulla.

    Redemption[/quote]

    Ciao Nicola, non è vero 🙂 E’ solo che in questi giorni ho passato tutto il tempo sul blog per sistemarlo 😛

  7. Non so proprio più che dire, questo Paese va a pezzi di giorno in giorno, sempre più.
    Ho firmato qualche petizione online, chissà che serva a qualcosa. 🙄

    p.s.: complimenti per il blog, l’ho aggiunto tra i preferiti nel mio. 😎

  8. In nome della democrazia, uniamoci tutti.

  9. [quote comment=”2234″]Non so proprio più che dire, questo Paese va a pezzi di giorno in giorno, sempre più.
    Ho firmato qualche petizione online, chissà che serva a qualcosa.
    p.s.: complimenti per il blog, l’ho aggiunto tra i preferiti nel mio.[/quote]

    Wow, è un onore essere tra i preferiti di qualcuno 😀

    [quote comment=”2236″]In nome della democrazia, uniamoci tutti.[/quote]

    Basta vedere l’andazzo dei blog su technorati o wikio, ci siamo fatti sentire come si deve !! Infatti basta leggere l’articolo segnalato da Maxanima per capire il risultato 😀

  10. Non se ne farà niente… Come dice anche Redemption… State tranquilli…

  11. [quote comment=”2256″]Non se ne farà niente… Come dice anche Redemption… State tranquilli…[/quote]

    Fino a quando non sarà nulla di ufficiale però, non si sa mai. C’è da dire però che internet ha tremato, ma si è anche fatta sentire a dovere 😈

Lascia un commento

Il tuo nome (*)
E-Mail (*)

Il tuo sito web:

Offerte LowCost

Offerte voli e low cost

La tua Pubblicità?

Se sei interessato a pubblicizzare le tue offerte o la tua struttura alberghiera sul nostro sito, contattaci all'indirizzo email info@girandoilmondo.it oppure tramite l'apposito modulo dei contatti.

Iscriviti al Feed

Iscriviti al Feed RSS
Tieniti aggiornato, iscriviti al nostro Feed RSS gratuito e ricevi ogni giorno gli ultimi articoli pubblicati, gratis!