Stai cercando un Volo?


Da

A
Data di partenza

Data di ritorno
Adulti Bambini Neonati

Scrivi il tuo Diario di Viaggio

Scrivi il tuo Diario di Viaggio Condividere le tue esperienze con i viaggiatori su "Girando il Mondo" è facile. Entra ora nella community

Effettua una ricerca

Itinerari di viaggio, guide turistiche, offerte lowcost, news di viaggo?

Itinerari di Viaggio

Cerchi un Itinerario di Viaggio in particolare? Seleziona un continente per velocizzare la tua ricerca

Guide di Viaggio e consigli

Una moltitutine di utili guide per ogni occasione. Tutto quello che c'è da sapere per non farsi trovare mai impreparati...

Lo scorso 1 Giugno, durante il viaggio fra Rio de Janeiro e Parigi, un Airbus A330 dell’Air France è precipitato in mare e pare che all’origine dell’incidente ci siano le sonde Pitot, che misurano la velocità sui jet passeggeri. Il bilancio è stato di 228 morti

Il settimanale francese “Le Journal du Dimanche” scrive che ad affermarlo sarebbe stato un sindacato dei piloti in una contro inchiesta, sottolineando che l’Air France era a conoscenza dei problemi alle sonde muovendosi però con troppa lentezza. L’Ufficio di inchieste e analisi francese, incaricato dell’indagine tecnica, aveva indicato, nelle sue prime conclusioni il 2 luglio scorso, che un guasto alle sonde era “un elemento, ma non la causa” dell’incidente.

In una contro inchiesta che sarà consegnata la prossima settimana ai magistrati che indagano sull’incidente, due piloti, Gerard Arnoux, presidente del Sindacato dei piloti dell’Air France, e Henri Marnet-Cornus, affermano che l’incidente “avrebbe potuto senza dubbio essere evitato” e che la causa principale sono le sonde Pitot. Si sapeva da tempo infatti che le sonde Pitot, costruite nella prima versione nel 1947, sono inadatte ai voli a grande altezza.

Fin dal 1995 poi Airbus aveva notato che le condizioni meteo nelle zone tropicali, dove è avvenuta la tragedia del volo Rio-Parigi, “possono eccedere” i criteri di resistenza previsti per le sonde. Nel 2001, si sottolinea nel rapporto, l’autorità dell’aviazione civile francese ne aveva ordinata la sostituzione.

Le opzioni erano tante ma Air France ne scelse una francese, le Pitot AA. Scelta infelice visto che nel 2007 Airbus “raccomandava” di sostituirle con le Pitot BA. Negli anni precedenti erano state infatti denunciate varie defaillance della Pitot AA. Air France però si limitò a dare istruzione di effettuare il cambiamento in seguito a specifici inconvenienti.

Così su molti A330 sono rimaste le inaffidabili Pitot AA. L’incidente del Rio-Parigi, afferma Arnoux in una intervista al settimanale, “non si giustifica con una causa unica. Ma c’è una verità incontestabile sulla quale dobbiamo martellare senza sosta: senza il guasto alle sonde Pitot, non ci sarebbe stato incidente“. Le sonde, che avrebbero fornito dati sbagliati prima del disastro, permettono ai piloti di controllare la velocità del velivolo, elemento cruciale per la stabilità del volo.

Condividi questo articolo su Facebook:

  • Consiglia questo articolo ai tuoi amici:
  • Condividi questo articolo con i tuoi amici:
    Condividi
  • Suggerisci ad un amico tramite email

Articoli simili e interessanti:

Tags:

Autore:

Lascia un commento

Il tuo nome (*)
E-Mail (*)

Il tuo sito web:

Offerte LowCost

Offerte voli e low cost

La tua Pubblicità?

Se sei interessato a pubblicizzare le tue offerte o la tua struttura alberghiera sul nostro sito, contattaci all'indirizzo email info@girandoilmondo.it oppure tramite l'apposito modulo dei contatti.

Iscriviti al Feed

Iscriviti al Feed RSS
Tieniti aggiornato, iscriviti al nostro Feed RSS gratuito e ricevi ogni giorno gli ultimi articoli pubblicati, gratis!