Stai cercando un Volo?


Da

A
Data di partenza

Data di ritorno
Adulti Bambini Neonati

Scrivi il tuo Diario di Viaggio

Scrivi il tuo Diario di Viaggio Condividere le tue esperienze con i viaggiatori su "Girando il Mondo" è facile. Entra ora nella community

Effettua una ricerca

Itinerari di viaggio, guide turistiche, offerte lowcost, news di viaggo?

Itinerari di Viaggio

Cerchi un Itinerario di Viaggio in particolare? Seleziona un continente per velocizzare la tua ricerca

Guide di Viaggio e consigli

Una moltitutine di utili guide per ogni occasione. Tutto quello che c'è da sapere per non farsi trovare mai impreparati...

Italia dice sì al body scanner negli aeroporti. «Sono lo strumento più sicuro» contro il rischio di attentati in aereo. Il ministro degli Esteri, Franco Frattini, è più che favorevole. Stessa opinione del ministro Roberto Maroni, numero uno agli Interni, che vuole collocarli a Roma e Milano, e di Altero Matteoli, ministro delle Infrastrutture.Obama ha riunito i vertici delle agenzie per discutere gli errori di intelligence dopo l’attentato fallito. Il body scanner è un sistema di sicurezza, fisicamente una gabbia di vetro dove i passeggeri entrano uno alla volta, che permette di scoprire gli oggetti posti sotto ai vestiti.

Di fatto chi entra nell’apparecchio viene proiettato nudo su un monitor. È per questo che alcune associazioni si sono già mobilitate per ricordare quali sono i diritti di privacy. Secondo il Guardian, in Gran Bretagna sarebbero violate le leggi sulla pedopornografia. Ma con il body scanner, spiega Frattini, è possibile «impedire che un terrorista inghiotta una capsula piena di esplosivo e diventi un uomo bomba», cosa che «un metal detector non può vedere».

Il ministro degli Esteri sa bene che questo può costituire «un sacrificio» alla privacy dei passeggeri, ma tutela «il diritto di sicurezza, che è precondizione di tutte le libertà». La privacy di una persona «è un diritto assoluto e inviolabile», spiega evidenziando però che se una persona «non si sente sicura di prendere un aereo perché teme che accanto a lui ci sia un signore con un carico di esplosivo nel suo corpo, questa è la principale negazione della libertà».

Per Frattini è «arrivato il momento di dire che dobbiamo essere attrezzati contro i terroristi. Se c’è una tecnologia moderna si deve usare. I terroristi hanno, purtroppo, grandi fonti di finanziamento, anche attraverso rapimenti e riscatti per gli ostaggi, e possono acquistare materiali sofisticati. Noi, come istituzioni, dobbiamo fare meglio». E con il sì ai body scanner di Frattini, arrivano le prime disposizioni da parte del Viminale. «Sono deciso a far sì che siano collocati quantomeno a Fiumicino e Malpensa», dice Maroni che ribadisce quanto l’importanza del diritto alla vita, a confronto con il diritto alla privacy. «E in ogni caso – spiega il ministro – possiamo adottare una misura equilibrata: con scanner poco invasivi della figura del corpo del passeggero, che appare opacizzato all’operatore, ma è in grado di rilevare qualsiasi anomalia, come la presenza di un sacchetto o di un oggetto».

L’accelerata di Maroni inizierà con l’incontro con il presidente dell’Enac, Vito Riggio. Proprio il numero uno dell’Ente nazionale per l’aviazione civile assicura che l’Italia è pronta ad adottare i body scanner e le risorse per acquistarli sono state accantonate dall’Enac. Ma, spiegano dall’Ente, prima serve una certificazione con cui l’Unione europea individui un unico modello che risponda a determinati requisiti su privacy e salute. Per questo si attendono gli esiti della riunione di esperti per la sicurezza aerea che si terrà domani a Bruxelles. E proprio il Parlamento europeo decide di svendere i sette body scanner che aveva acquistato dopo l’11 settembre. Costarono 700 mila euro a pezzo. Nessuno li ha mai utilizzati.

Condividi questo articolo su Facebook:

  • Consiglia questo articolo ai tuoi amici:
  • Condividi questo articolo con i tuoi amici:
    Condividi
  • Suggerisci ad un amico tramite email

Articoli simili e interessanti:

Tags:

Autore:

Lascia un commento

Il tuo nome (*)
E-Mail (*)

Il tuo sito web:

Offerte LowCost

Offerte voli e low cost

La tua Pubblicità?

Se sei interessato a pubblicizzare le tue offerte o la tua struttura alberghiera sul nostro sito, contattaci all'indirizzo email info@girandoilmondo.it oppure tramite l'apposito modulo dei contatti.

Iscriviti al Feed

Iscriviti al Feed RSS
Tieniti aggiornato, iscriviti al nostro Feed RSS gratuito e ricevi ogni giorno gli ultimi articoli pubblicati, gratis!