Scrivi il tuo Diario di Viaggio
Condividere le tue esperienze con i viaggiatori su "Girando il Mondo" è facile. Entra ora nella community
Effettua una ricerca
Indica con poche parole cosa stai cercando. Es: Itinerari di viaggio, guide turistiche, offerte lowcost, news di viaggo...
Cerchi un hotel?
Booking.com
Itinerari di Viaggio
Cerchi un Itinerario di Viaggio in particolare? Seleziona un continente per velocizzare la tua ricerca

Guide di Viaggio e consigli
Una moltitutine di utili guide per ogni occasione. Tutto quello che c'è da sapere per non farsi trovare mai impreparati...
Capodanno a San Benedetto del Tronto, nelle Marche
Ti trovi in: Home » Festività Varie » Capodanno
Capodanno a San Benedetto del Tronto, nelle Marche
Capodanno a San Benedetto del Tronto, nelle Marche

Le feste di Natale e Capodanno, oltre che una brillante occasione per trascorrere un po’ di tempo in piacevole compagnia della propria famiglia, sono anche un momento di meritato relax, per ritemprarsi dalle estenuanti fatiche sostenute durante l’anno. Dunque, cosa è meglio di una bella vacanza rilassante, magari in un centro benessere? La meta ideale, in questo caso, è San Benedetto Del Tronto, località che ospita numerosi hotel con Spa e trattamenti benessere, il tutto ubicato in un contesto storico e ambientale da sogno. San Benedetto del Tronto è la seconda città per popolazione della regione Marche e sta a capo di un comprensorio di 100.000 abitanti. Situata in provincia di Ascoli Piceno, è la principale località turistica marchigiana e, dal 1999, è ininterrottamente premiata dal marchio “Bandiera Blu con stella”, riconoscimento assegnato dalla FEE alle località costiere che soddisfano particolari criteri relativi alla qualità delle acque di balneazione e al servizio offerto. La città, che deve il suo nome al martire Benedetto, stando a quanto sancito dai ritrovamenti archeologici, avrebbe origini romane. Nel passato, fu per molti secoli contesa da Ascoli e Fermo, che ne rivendicavano il dominio. Una terribile pestilenza, nel 1478 decimò la popolazione sambenedettese, tanto che l’area dove ora sorge la cittadina, rimase a lungo disabitata. La storia della località è anche segnata da un’altra sanguinosa piaga: le incursioni dei Turchi, che catturavano e schiavizzavano i marinai locali. Una positiva svolta si ebbe nel 1650, quando San Benedetto cominciò ad espandersi. In seguito, fu liberata dal dominio della Chiesa da parte dei Cacciatori delle Alpi e ottenne l’appellativo di “del Tronto”. Particolarmente pesante fu per la cittadina il bilancio riportato dopo la Seconda Guerra Mondiale, durante la quale subì 144 bombardamenti aerei e 6 cannoneggiamenti navali. 

Nonostante il suo burrascoso trascorso, oggi la città riporta molti monumenti e testimonianze del passato, tutte da vedere. Molto grazioso, ad esempio, è il centro storico, così come le chiese, i musei e gli edifici storici che ne fanno parte. La visita sambenedettese può cominciare dalla Chiesa di San Benedetto Martire, eretta nel XVIII secolo sui resti del sepolcro dell’omonimo santo, la quale, al suo interno, custodisce pregevoli opere di artisti locali. Il simbolo della città è però la Torre dei Gualtieri, detto “Torrione”, appartenuta presumibilmente all’omonima famiglia. Di altezza relativamente modesta (20 m), questa struttura ha una pianta esagonale schiacciata ed è interamente in laterizio. La faccia rivolta verso il mare presenta un orologio e una merlatura, eseguita però nel 1901. Molto suggestivo è anche il Tempietto di Santa Lucia, una piccola e lineare chiesetta rurale molto cara ai sambenedettesi, la quale gode di una splendida vista sulla città. Continuando con gli edifici religiosi, importanti sono la Chiesa di San Giuseppe, antico punto di riferimento degli abitanti del Mandracchio, ovvero i marittimi, la Cattedrale di Santa Maria della Marina, la prima costruzione ad essere costruita fuori dal borgo antico, e il Vescovado, una struttura che presenta elementi liberty in un contesto medievale. Tra le architetture civili, spicca per importanza Il Corso, ovvero lo storico viale Secondo Moretti, progettato dall’ingegner Luigi Onorati, che, da decenni, è il luogo d’incontro della popolazione sambenedettese.

Grande rilevanza vanta anche il Lungomare, che, oltre ad essere un’essenziale via di comunicazione, è il cuore pulsante della San Benedetto turistica, nonché l’immagine della città in Italia e all’estero. San Benedetto vanta anche una grande quantità di musei, tra i quali spicca quello ittico, che comprende più di 9000 esemplari pesci, crostacei, molluschi, cetacei, echinodermi, celenterati e fossili. Importante è anche la biblioteca situata all’interno del museo, che vanta volumi storici di inestimabile valore. Grazie alla sua temperatura invernale relativamente mite, San Benedetto del Tronto rappresenta una meta ideale dove trascorrere il Capodanno. La città, inoltre, festeggia in modo molto caloroso l’arrivo del nuovo anno. Storica è ormai la manifestazione in piazza Giorgini, dove ogni anno si tengono spettacoli musicali e di intrattenimento, con personaggi di rilievo, oltre che il consueto brindisi di mezzanotte. Inoltre, la città vanta un buon numero di locali dove fare le ore piccole, tutti molto frequentati e di tendenza. Per quanto riguarda la cucina sambenedettese, il piatto tipico è il brodetto alla sambenedettese, una zuppa di pesce priva di pomodoro, ma con la particolare aggiunta di peperoni e aceto. Di notevole qualità sono anche il vino,l’olio, i formaggi e i salumi, così come tutto il pesce in generale, tra cui spiccano due saporitissimi piatti: le alici marinate e la frittura di paranza. Un Capodanno a San Benedetto del Tronto soddisfa qualsiasi turista vi si rechi.



Tags:

Autore:

Lascia un commento

Il tuo nome (*)
E-Mail (*)

Il tuo sito web:

Offerte LowCost


La tua pubblicità
Se sei interessato a pubblicizzare le tue offerte o la tua struttura alberghiera sul nostro sito, contattaci all'indirizzo email info@girandoilmondo.it oppure tramite l'apposito modulo dei contatti.
Iscriviti al Feed
Iscriviti al Feed RSS
Tieniti aggiornato, iscriviti al nostro Feed RSS gratuito e ricevi ogni giorno gli ultimi articoli pubblicati, gratis!