Scrivi il tuo Diario di Viaggio
Condividere le tue esperienze con i viaggiatori su "Girando il Mondo" è facile. Entra ora nella community
Effettua una ricerca
Indica con poche parole cosa stai cercando. Es: Itinerari di viaggio, guide turistiche, offerte lowcost, news di viaggo...
Cerchi un hotel?
Booking.com
Itinerari di Viaggio
Cerchi un Itinerario di Viaggio in particolare? Seleziona un continente per velocizzare la tua ricerca

Guide di Viaggio e consigli
Una moltitutine di utili guide per ogni occasione. Tutto quello che c'è da sapere per non farsi trovare mai impreparati...
Carnevale di Acireale 2010 ed i bellissimi carri Siciliani
Ti trovi in: Home » Festività Varie » Carnevale
Carnevale di Acireale 2010 ed i bellissimi carri Siciliani
Carnevale di Acireale 2010 ed i bellissimi carri Siciliani
Carnevale di Acireale 2010 ed i bellissimi carri Siciliani

Acireale è certamente una delle città più note della provincia di Catania, ricca di spiagge bellissime che la rendono una delle mete preferiti dai turisti di ogni parte d’Europa. Oltre al periodo estivo, uno dei momenti migliori per visitare la città è nel mese di febbraio, in occasione dello storico Carnevale di Acireale. Una delle caratteristiche tipiche di questo antico carnevale sono gli stupendi carri allegorici, riccamente decorati con fiori, luci e bellissime scenografie mobili. Tradizionalmente su ogni carro allegorico sono costruite bellissime statue floreali che raffigurano personaggi famosi appartenenti al mondo del cinema, della politica e della realtà locale.

La particolarità di questi personaggi, che contribuisce a rendere i carri allegorici di Acireale unici al mondo, è che sono anch’essi mobili e abbelliti con luci colorate. Quando giunge la sera, infatti, lo spettacolo di luci colorate crea atmosfere davvero indimenticabili. Nonostante negli anni sia stato molte volte interrotto a causa delle guerre o del terremoto che colpì la Val di Noto nel XVII secolo, il Carnevale di Acireale è sempre rinato facendo tesoro delle antiche tradizioni ed aprendosi al nuovo. Una delle maschere più antiche sopravvissuta al trascorrere del tempo è l’Abbatazzu, chiamato anche Pueta Minutizzu in seguito alle poesie maliziose e bizzarre che era solito recitare.

Utilizzata a partire dal 1667, lo scopo di questa maschera era quello di criticare la classe clericale del tempo, in particolare, l’abate-vescovo della diocesi di Catania. Verso il XVIII secolo entrarono in scena nuove maschere tra le quali i Baruni e i Manti. I primi, vestiti con abiti che ricordavano quelli indossati dai nobili del tempo, avevano lo scopo di criticare e deridere la nobiltà dell’epoca, mentre i secondi, sostituiti poi dal Domino, indossavano ampi mantelli scuri che nascondevano l’identità. Più recenti, invece, sono la Cola Taddazza e la Quadaredda, maschere entrate a far parte del Carnevale di Acireale soltanto negli anni 50 del ventesimo secolo.

Oggi le bellissime sfilate dei carri allegorici si tengono principalmente nel centro storico di Acireale. Motivo in più per visitare la città in questo periodo è proprio quello di poter apprezzare le bellissime architetture barocche e la stupenda Piazza Duomo. Generalmente i carri allegorici sfilano nelle due domeniche che precedono il carnevale vero e proprio mentre i carri infiorati sfilano tutti i giorni. Il martedì grasso è l’ultimo giorno del Carnevale: in serata si procede alla premiazione dei carri più belli e, al momento dei fuochi d’artificio, si può assistere alla cerimonia conclusiva che termina con la morte del simbolico Re Carnevale.



Tags:

Autore:

Lascia un commento

Il tuo nome (*)
E-Mail (*)

Il tuo sito web:

Offerte LowCost


La tua pubblicità
Se sei interessato a pubblicizzare le tue offerte o la tua struttura alberghiera sul nostro sito, contattaci all'indirizzo email info@girandoilmondo.it oppure tramite l'apposito modulo dei contatti.
Iscriviti al Feed
Iscriviti al Feed RSS
Tieniti aggiornato, iscriviti al nostro Feed RSS gratuito e ricevi ogni giorno gli ultimi articoli pubblicati, gratis!