Scrivi il tuo Diario di Viaggio
Condividere le tue esperienze con i viaggiatori su "Girando il Mondo" è facile. Entra ora nella community
Effettua una ricerca
Indica con poche parole cosa stai cercando. Es: Itinerari di viaggio, guide turistiche, offerte lowcost, news di viaggo...
Cerchi un hotel?
Booking.com
Itinerari di Viaggio
Cerchi un Itinerario di Viaggio in particolare? Seleziona un continente per velocizzare la tua ricerca

Guide di Viaggio e consigli
Una moltitutine di utili guide per ogni occasione. Tutto quello che c'è da sapere per non farsi trovare mai impreparati...
Festività Pasquali 2010 nel Lazio
Ti trovi in: Home » Festività Varie » Pasqua

Festeggiare nel Lazio, in modo particolare a Roma, ma anche nel resto della regione, la Pasqua è una scelta di molti italiani e stranieri, attirati nella capitale e nei dintorni dal gran numero di rappresentazioni sacre che vi si tengono.

Il principale appuntamento è quello del Venerdì Santo con la Via Crucis tenuta dal Papa tra il Colosseo e i Fori Imperiali. Com’è facile intuire, non vi è solo fascino culturale, in questo momento d’intenso raccoglimento spirituale, per il quale milioni di pellegrini giungono nella capitale. Le attività, a Roma, non si fermano neanche per un po’, ed è tutto un susseguirsi di manifestazioni, mostre, concerti e spettacoli, tra il sacro e il profano, per culminare con la messa della domenica di Resurrezione in Piazza San Pietro. Nelle Basiliche romane è facile poter assistere a concerti di musica sacra, per lo più con ingresso gratuito. In provincia, meritano una menzione le rappresentazioni di Vetralla, dove si inscena la Passione e la Resurrezione del Cristo durante tutto il pomeriggio del Venerdì Santo; quelle di Tarquinia, in cui si svolge l’antico rito del Cristo Risorto. Particolarmente suggestiva, l’usanza vuole che il rito si compia sempre la domenica di Pasqua: per le strade cittadine viene quindi portata in processione la statua del Cristo Risorto, voluta dalla corporazione dei falegnami molti secoli fa. La leggenda racconta che l’autore della statua fu uno scultore condannato all’ergastolo, il quale realizzò un’opera molto più bella di qualunque altra fosse stata fatta a quel tempo. Purtroppo, per evitare che l’artista potesse mettere il proprio ingegno al servizio di qualche altro committente, venne brutalmente accecato.

Sembra che il nostro itinerario attraverso le terre del Lazio si fermi qui, ma se invece desiderate continuarlo, provate a recarvi nella vicina Umbria…avrete solo l’imbarazzo della scelta!



Tags:

Autore:

Lascia un commento

Il tuo nome (*)
E-Mail (*)

Il tuo sito web:

Offerte LowCost


La tua pubblicità
Se sei interessato a pubblicizzare le tue offerte o la tua struttura alberghiera sul nostro sito, contattaci all'indirizzo email info@girandoilmondo.it oppure tramite l'apposito modulo dei contatti.
Iscriviti al Feed
Iscriviti al Feed RSS
Tieniti aggiornato, iscriviti al nostro Feed RSS gratuito e ricevi ogni giorno gli ultimi articoli pubblicati, gratis!