Scrivi il tuo Diario di Viaggio
Condividere le tue esperienze con i viaggiatori su "Girando il Mondo" è facile. Entra ora nella community
Effettua una ricerca
Indica con poche parole cosa stai cercando. Es: Itinerari di viaggio, guide turistiche, offerte lowcost, news di viaggo...
Cerchi un hotel?
Booking.com
Itinerari di Viaggio
Cerchi un Itinerario di Viaggio in particolare? Seleziona un continente per velocizzare la tua ricerca

Guide di Viaggio e consigli
Una moltitutine di utili guide per ogni occasione. Tutto quello che c'è da sapere per non farsi trovare mai impreparati...
Grande Barriera Corallina (Great Barrier Reef), in Australia
Grande Barriera Corallina (Great Barrier Reef), in Australia
Grande Barriera Corallina (Great Barrier Reef), in Australia
Grande Barriera Corallina (Great Barrier Reef), in Australia
Grande Barriera Corallina (Great Barrier Reef), in Australia

Un autentico paradiso naturale, che gli australiani definiscono l’ottava meraviglia del mondo e la CNN ha incluso tra le sue sette meraviglie del mondo contemporaneo: ecco a voi la Grande Barriera Corallina, la barriera di corallo più grande del mondo, estesa per 2600 km. I numeri di questo capolavoro della natura sono impressionanti: compongono la Great Barrier Reef 2900 barriere coralline singole, 900 isolotti di corallo connessi uno con l’altro, 344.400 km2 di superficie. Si tratta persino della più grande struttura composta di organismi viventi, seppure minuscoli (miliardi di polipi corallini!); la Barriera può essere vista persino dallo spazio ed è inclusa dal 1981 tra i beni tutelati dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità. A nord, al largo di capo Melville, si riduce ad una piccola striscia corallina, mentre a sud, nell’area di capo Manifold, arriva a misurare addirittura 320 km di larghezza.

La maestosa barriera di corallo sorge lungo le coste del Queensland, da Port Douglas a Bundaberg.

Non si può non subire il fascino di quest’opera naturale incredibile, al cui interno ci sono acque calme e limpidissime, che lasciano incantati nella loro magnifica immensità; il blu intenso dell’Oceano Pacifico è punteggiato dal colore dei coralli, che, presenti in ben 500 varietà, si innalzano fino alla superficie del mare con le loro guglie puntute.

Gran parte della Grande Barriera Corallina fa parte di un Parco Marino, istituito per proteggerne l’ecosistema dall’impatto talora distruttivo dell’uomo. La barriera è da tutelare d’altronde perché caratterizzata da una grande biodiversità: nella fauna marina che ne popola le acque meravigliose troviamo infatti, oltre a vari tipi di squali, 1500 varietà di pesci colorati, tra cui il pesce pagliaccio, il pesce pappagallo e il pesce leone, murene, mante giganti, stelle marine, 400 tipi di molluschi, seppie e tartarughe. Si tratta infatti della più grande riserva marina al mondo.

Le bellissime lagune all’interno della barriera si caratterizzano poi per paesaggi favolosi, tra spiagge di sabbia bianchissima, fiori e farfalle dai mille colori. A studiare per la prima volta questa immensa opera di Madre natura fu il navigatore James Cook a fine Settecento, quando la sua nave si incagliò nella laguna, mentre osservava le coste per tracciarne un’accurata mappa.

Per poter visitare e godere di queste bellezze naturali uniche al mondo, si può atterrare sia a nord, presso Cairns, oppure a Brisbane, capitale del Queensland, da cui poi è possibile raggiungere Rochhampton o Mackay. Altri centri costieri sono la già citata Port Douglas, Mission Beach, Prosperine e Townsville.

In ognuna di queste città si possono prenotare viaggi ed escursioni, che spesso includono nel prezzo anche l’attrezzatura subacquea a noleggio. Catamarani ipertecnologici come la Quicksilver cruises consentono di immergersi sott’acqua anche a bordo di semi-sommergibili. Indimenticabili sono le immersioni, ma già grazie nuotando con maschera e boccaglio si possono ammirare colori spettacolari in movimento sotto le acque oceaniche.

Consigliata è anche la visita delle isole vicine alla barriera, come Magnetic Island, a 8 km da Townsville, su cui si possono vedere con facilità i 2500 koala che vi abitano sugli alberi di eucalipto, mentre il mare d’inverno è spesso popolato da grandi balene, le megattere. Le spiagge più belle sono quelle di Lizard Island (tra cui la meravigliosa e celeberrima Blue Lagoon), con 40 bungalow in stile coloniale e 42 baie

I birdwatcher e chi ama fare kayak può recarsi a Hinchinbrook Island, caratterizzata da paesaggi unici che alternano foreste pluviali intricate, montagne e spiagge. Parte della barriera corallina è poi Heron Island, coperta da un bosco molto fitto, che ad ottobre e novembre permette di ammirare le tartarughe marine che vi depongono le uova.

Queste isole offrono una molteplicità di alberghi di ogni livello (i più lussuosi sono ad Hayman Island, ma tante strutture, da bar agli hotel, dai ristoranti ad un piccolo aeroporto, sono in gran numero presenti, in modo particolare, anche ad Hamilton Island), così come campeggi economici.



Tags:

Autore:

Lascia un commento

Il tuo nome (*)
E-Mail (*)

Il tuo sito web:

Offerte LowCost


La tua pubblicità
Se sei interessato a pubblicizzare le tue offerte o la tua struttura alberghiera sul nostro sito, contattaci all'indirizzo email info@girandoilmondo.it oppure tramite l'apposito modulo dei contatti.
Iscriviti al Feed
Iscriviti al Feed RSS
Tieniti aggiornato, iscriviti al nostro Feed RSS gratuito e ricevi ogni giorno gli ultimi articoli pubblicati, gratis!