Scrivi il tuo Diario di Viaggio
Condividere le tue esperienze con i viaggiatori su "Girando il Mondo" è facile. Entra ora nella community
Effettua una ricerca
Indica con poche parole cosa stai cercando. Es: Itinerari di viaggio, guide turistiche, offerte lowcost, news di viaggo...
Cerchi un hotel?
Booking.com
Itinerari di Viaggio
Cerchi un Itinerario di Viaggio in particolare? Seleziona un continente per velocizzare la tua ricerca

Guide di Viaggio e consigli
Una moltitutine di utili guide per ogni occasione. Tutto quello che c'è da sapere per non farsi trovare mai impreparati...
Frauenkirche: la Cattedrale di Nostra Signora, a Monaco
Ti trovi in: Home » Itinerari di Viaggio » Europa » Germania » Baviera
Frauenkirche: la Cattedrale di Nostra Signora, a Monaco
Frauenkirche: la Cattedrale di Nostra Signora, a Monaco
Frauenkirche: la Cattedrale di Nostra Signora, a Monaco
Frauenkirche: la Cattedrale di Nostra Signora, a Monaco

Uno dei grandi simboli di Monaco è la Frauenkirche o Dom, anche detta Cattedrale di Nostra Signora, che domina l’orizzonte dall’alto delle sue cupole a cipolla in rame. La salita verso i campanili è possibile in ascensore nei mesi compresi tra Aprile ed Ottobre, dal Lunedì al Sabato, dalle ore 10 alle 17 al costo di soli 3 euro. Questa cattedrale, situata in una piazzetta a ovest del Rathaus, costruita prima come parrocchiale ed in seguito trasformata in sede arcivescovile, non riesce a dare il meglio di sé vista da vicino. Alcuni film sono stati ispirati dalla sua architettura gotica in laterizi rossi e dall’interno completamente intonacato di bianco.

Si narra che Jerg von Halspach, costruttore della quasi totalità dei monumenti medievali sopravvissuti fino ad ora in città, avesse stipulato un patto con il diavolo; pur di ricevere i finanziamenti per ultimare la costruzione della Cattedrale avrebbe dovuto costruirla senza neppure una sola finestra visibile. Terminata la costruzione, il diavolo volle controllare se l’architetto avesse rispettato il patto e avvicinandosi e vedendo le grosse vetrate gotiche pensò di essersi accaparrato una nuova anima. Una volta all’interno però, si dovette ricredere. L’architetto era stato in grado di creare una “zona franca” dalla quale neppure una finestra risultava visibile; infatti, da quel preciso punto ogni finestra è coperta dai pilastri interni. Furioso, sbatté i piedi a terra e se ne andò. Ancora oggi, sul pavimento dell’atrio d’ingresso è possibile notare un’impronta di capra di colore nero. In seguito alla ricostruzione per i danni subiti durante la guerra non fu possibile però ricostruire il trucco ma, l’impronta c’è ancora.

In onore del primo degli undici Wittelsbach che riuscirono a farsi eleggere imperatori del Sacro Romano Impero fu costruito un tributo postumo all’ingresso della navata, un’enorme tomba manieristica per Ludovico IV. Sfortunatamente, anche gli stalli del coro, opera di Erasmus Grasser e altri tesori artistici della chiesa sono andati distrutti. Ricollocate su una ricostruzione moderna le statue lignee di testa che fortunatamente sono riuscite a salvarsi. Bellissime vetrate sono rimaste intatte, in particolare nella Sakrament-scapelle centrale che presenta anche una bella pala d’altare di Jan Polack raffigurante La Vergine del mantello.



Tags:

Autore:

E' stato ricevuto un solo commento

  1. Questa cattedrale non si trova a Monaco, ma bensì a Dresda.

Lascia un commento

Il tuo nome (*)
E-Mail (*)

Il tuo sito web:

Offerte LowCost


La tua pubblicità
Se sei interessato a pubblicizzare le tue offerte o la tua struttura alberghiera sul nostro sito, contattaci all'indirizzo email info@girandoilmondo.it oppure tramite l'apposito modulo dei contatti.
Iscriviti al Feed
Iscriviti al Feed RSS
Tieniti aggiornato, iscriviti al nostro Feed RSS gratuito e ricevi ogni giorno gli ultimi articoli pubblicati, gratis!