Scrivi il tuo Diario di Viaggio

Scrivi il tuo Diario di Viaggio Condividere le tue esperienze con i viaggiatori su "Girando il Mondo" è facile. Entra ora nella community

Effettua una ricerca

Itinerari di viaggio, guide turistiche, offerte lowcost, news di viaggo?

Itinerari di Viaggio

Cerchi un Itinerario di Viaggio in particolare? Seleziona un continente per velocizzare la tua ricerca

Guide di Viaggio e consigli

Una moltitutine di utili guide per ogni occasione. Tutto quello che c'è da sapere per non farsi trovare mai impreparati...

Famose in tutto il mondo, le Cinque terre sono una delle maggiori attrazioni turistiche del nostro paese, in grado di attirare ogni anno milioni di turisti italiani e non solo. D’altronde, si tratta di paesaggi unici, che sanno unire la storia alle meraviglie della natura: cinque piccoli borghi tra mare e montagna, con terrazzamenti che guardano il mare ed edifici da togliere il fiato. Uno spettacolo così unico e raro da meritare il riconoscimento di Patrimonio UNESCO per “paesaggio di qualità eccezionale”. Prima di partire di slancio, però, è bene sapere che stiamo parlando di un territorio che per essere visitato ha bisogno di mezzi e attrezzature adatte: scordatevi quindi a casa l’auto e preparatevi a una bella camminata.

Cosa è bene sapere prima di partire

Come detto prima, ci troviamo di fronte a sentieri escursionistici montagnosi che si snodano attraverso sentieri irregolari, ben lontano dalle tipiche strade di città. È sicuramente il percorso giusto per chi ama camminare, basta essere ben attrezzati e si consiglia quindi di indossare in estate un buon paio di scarpe da ginnastica: assolutamente vietate ciabatte, infradito e scarpe dalla suola piatta.

Sono inoltre strade in cui, soprattutto per quanto riguarda i meno coraggiosi e chi non ha mai passeggiato in montagna, bisogna avere molta prudenza: se quindi soffrite di vertigini e non riuscite a farvi fronte, sappiate che questi sentieri per voi potrebbero essere impraticabili. Nessun problema invece per chi è già abituato all’escursionismo. Attenzione anche al fatto che è necessaria una buona preparazione fisica, quindi non andate se non reggete certi ritmi o i vostri accompagnatori non sono abbastanza in forma. Ultime informazioni utili: stiamo parlando di un percorso che in alta stagione prevede il pagamento di un ticket di entrata e che prevede il passaggio per il sentiero Azzurro e tutti gli altri sentieri del Parco Nazionale delle Cinque terre.

Come si snoda il Sentiero Azzurro

Come accennato, questo percorso permette di visitare tutti i paesi che fanno parte delle Cinque Terre, vediamone i punti salienti:

  • Riomaggiore: prima tappa del nostro percorso, è facilmente raggiungibile da La Spezia e da Genova tramite i treni. Si tratta di un borgo caratterizzato dalle sue case colorate, piuttosto piccolo ma molto piacevole da visitare soprattutto se ci si perde tra le viuzze in tranquille passeggiate. Attenzione a non perdere la visita al Castello e alla sua terrazza panoramica.
  • Manarola: La cittadina è nota soprattutto per il presepe che viene ogni anno allestito dall’8 dicembre fino alla fine di Gennaio. Questa tradizione, nata nel 2007, ha portato il paese a ottenere da quell’anno il primat per il presepe più grande al mondo, dato che per l’occasione vengono posizionati oltre 300 personaggi a grandezza naturale e circa 17mila luci per tutta la collina. Essendo poi completamente alimentato a energia solare, si tratta di un presepe ecosostenibile.
  • Corniglia: questo borgo è il meno contaminato dalla presenza umana e turistica rispetto agli altri quattro. Le colline che lo circondano, come in quasi tutto il territorio, sono coltivate a viti e ulivi. Attraverso un tunnel, inoltre, è possibile raggiungere la solitaria spiaggia di Guvano: una meta estremamente gettonata dai nudisti ma che merita in ogni caso una visita a causa delle sue acque molto limpide.
  • Vernazza: viene consideato il più bello dei cinque borghi e nonostante per questo sia generalmente affollato dai turisti, mantiene comunque tutte le caratteristiche di un piccolo borgo marino. Nella cittadina sono presenti ancora alte case antiche (alcune delle quali sembrano delle vere e proprie torri) raggruppate in una piccola insenatura e protette dalle mura del castello.
  • Monterosso: ultimo borgo del nostro percorso, è la cittadina più grande delle Cinque Terre e la più visitata. Territorio molto amato da Eugenio Montale, questa città è tra le più belle e caratteristiche del territorio. Proprio la sua grandezza, inoltre, le permette di essere divisa tra la città nuova e quella vecchia.

Infine, tra tutti questi itinerari, uno dei più famosi al mondo impossibile da non citare è sicuramente la Via dell’Amore. Si tratta di una parte del Sentiero Azzurro lunga un km, particolarmente ruggestivo e romantico, che proprio grazie a queste sue caratteristiche e alla facilità di percorso è anche estremamente affollato. Il nome gli è stato attribuito a seguito di una scritta eseguita da un anonimo writer all’inizio del sentiero ma, in realtà, era già noto che il posto fosse luogo di ritrovo per le coppie locali: i comuni non fecero altro quindi che uffucializzare la cosa installando opere d’arte di richiamo al tema.

Impegnative ma meravigliose, le Cinque Terre meritano di essere visitate almeno una volta nella vita percorrendo il Sentiero Azzurro.

 

Condividi questo articolo su Facebook:

  • Consiglia questo articolo ai tuoi amici:
  • Condividi questo articolo con i tuoi amici:
    Condividi
  • Suggerisci ad un amico tramite email

Articoli simili e interessanti:

Tags:

Autore:

Lascia un commento

Il tuo nome (*)
E-Mail (*)

Il tuo sito web:

Offerte LowCost

Offerte voli e low cost

La tua Pubblicità?

Se sei interessato a pubblicizzare le tue offerte o la tua struttura alberghiera sul nostro sito, contattaci all'indirizzo email info@girandoilmondo.it oppure tramite l'apposito modulo dei contatti.

Iscriviti al Feed

Iscriviti al Feed RSS
Tieniti aggiornato, iscriviti al nostro Feed RSS gratuito e ricevi ogni giorno gli ultimi articoli pubblicati, gratis!