Scrivi il tuo Diario di Viaggio
Condividere le tue esperienze con i viaggiatori su "Girando il Mondo" è facile. Entra ora nella community
Effettua una ricerca
Indica con poche parole cosa stai cercando. Es: Itinerari di viaggio, guide turistiche, offerte lowcost, news di viaggo...
Cerchi un hotel?
Booking.com
Itinerari di Viaggio
Cerchi un Itinerario di Viaggio in particolare? Seleziona un continente per velocizzare la tua ricerca

Guide di Viaggio e consigli
Una moltitutine di utili guide per ogni occasione. Tutto quello che c'è da sapere per non farsi trovare mai impreparati...
L’Isola di Man ed il fascino del Tourist Trophy
L’Isola di Man ed il fascino del Tourist Trophy
L’Isola di Man ed il fascino del Tourist Trophy
L’Isola di Man ed il fascino del Tourist Trophy
L’Isola di Man ed il fascino del Tourist Trophy

L’Isola di Man è un’isola incantevole situata tra l’Inghilterra e l’Irlanda, ma non appartenente al Regno Unito, di cui è politicamente una dipendenza con governo autonomo. A differenza di quanto si possa immaginare, l’Isola di Man non fa parte della Comunità Europea e le regole per entrare sul suo territorio non sono esattamente le stesse che si applicano tra altri Paesi membri: ad esempio, per lunghi soggiorni è necessario avere un permesso di lavoro valido. Dal punto di vista geologico e naturalistico, l’isola, che ha come capitale Douglas, è molto simile alla vicina costa irlandese e inglese, ma dal punto di vista culturale, oltre ad essere stata influenzata dalla cultura celtica ha fatto registrare anche notevoli influssi da parte di quella norvegese. La lingua parlata è l’inglese, ma riprende piede anche il manx, soprattutto ai nostri giorni, caratterizzati da una forte riscoperta delle radici culturali di questo popolo.

Da un punto di vista turistico uno dei motivi per i quali si va sull’isola è il Tourist Trophy. l’evento, noto in tutto il mondo, che attira piccole folle di curiosi è noto anche solo con la sua sigla, “TT”. Si tratta di una corsa motociclistica pericolosissima e affascinante, su di un tracciato che solo esperti piloti sono in grado di domare. Numerosi sono coloro i quali hanno perso la vita, gareggiando fra i tornanti di questo circuito, ma tanti altri hanno raggiunto qui gloria e successo. La gara si tiene sempre nella prima settimana di giugno e ha conservato intatti riti, scaramanzie e leggende, come quella che vuole sicuramente salvo ciascun pilota che si rechi –prima della gara- a salutare la “Dama Bianca”, una delle fondatrici del TT e marshal per ben 46 anni, Gwen Crellin.



Tags:

Autore:

Lascia un commento

Il tuo nome (*)
E-Mail (*)

Il tuo sito web:

Offerte LowCost


La tua pubblicità
Se sei interessato a pubblicizzare le tue offerte o la tua struttura alberghiera sul nostro sito, contattaci all'indirizzo email info@girandoilmondo.it oppure tramite l'apposito modulo dei contatti.
Iscriviti al Feed
Iscriviti al Feed RSS
Tieniti aggiornato, iscriviti al nostro Feed RSS gratuito e ricevi ogni giorno gli ultimi articoli pubblicati, gratis!