Scrivi il tuo Diario di Viaggio
Condividere le tue esperienze con i viaggiatori su "Girando il Mondo" è facile. Entra ora nella community
Effettua una ricerca
Indica con poche parole cosa stai cercando. Es: Itinerari di viaggio, guide turistiche, offerte lowcost, news di viaggo...
Cerchi un hotel?
Booking.com
Itinerari di Viaggio
Cerchi un Itinerario di Viaggio in particolare? Seleziona un continente per velocizzare la tua ricerca

Guide di Viaggio e consigli
Una moltitutine di utili guide per ogni occasione. Tutto quello che c'è da sapere per non farsi trovare mai impreparati...
Un pensiero triste che balla: il tango di Buenos Aires
Un pensiero triste che balla: il tango di Buenos Aires
Un pensiero triste che balla: il tango di Buenos Aires
Un pensiero triste che balla: il tango di Buenos Aires
Un pensiero triste che balla: il tango di Buenos Aires
Un pensiero triste che balla: il tango di Buenos Aires
Un pensiero triste che balla: il tango di Buenos Aires

La vecchia Buenos Aires, vecchia per quel gusto così europeo che la distingue da altre città sudamericane, è davvero un inno non scritto al più famoso dei balli, il tango, che qui è nato. In città c’è tutto e il contrario di tutto, ma certo quello che non manca sono le strade affollate, i caffè e i ristoranti sontuosi, l’eleganza dei suoi abitanti. C’è tanto da fare e da vedere, tutto frammisto alla poesia e alla politica, all’alterigia e al ritmo che non potrà deludere neanche il visitatore più esigente. Se si può scegliere quando andare, tenendo conto che l’Argentina fa parte dell’emisfero australe e dunque presenta le stagioni “rovesciate” rispetto all’Europa, il periodo migliore è senza dubbio quello primaverile o autunnale, per non incappare nelle torride giornate estive, che pure nascondono una propria magica indolenza. Se state cercando il lusso sfrenato non potrete certo mancare di una bellissima passeggiata lungo le strade di Puerto Madero dove un tempo sorgevano capannoni adibiti alla raccolta dei cereali ed oggi trasformati in sfavillanti hotel, ristoranti e negozi di lusso.

Caratteristiche sono le colorate casette in lamiera, sparse qui e là, oppure fate un salto ad ammirare la Casa Rosada, la celebre residenza governativa che sorge sul lato est di Plaza de Mayo, dalla quale Evita Peron si rivolgeva alla massa adorante. Molto pittoresca anche la zona cosiddetta de La Boca, in cui la fanno da padrone le bancarelle degli artigiani e il museo omonimo tutto dedicato agli artisti contemporanei e moderni, con mostre appositamente studiate per talenti emergenti e case delle più variopinte. Per gli amanti delle curiosità suggeriamo anche la visita all’Avenida 9 de Julio che nelle vicinanze dell’obelisco centrale arriva ad essere una tra le strade più larghe al mondo con ben 24 corsie, 12 per senso di marcia. Se invece avete voglia di fare dell’ottimo shopping potrete percorrere in lungo ed in largo l’intera “Calle Florida” e stradine adiacenti…

Ma qui l’arte si respira ovunque: come davanti al Monumento a los Españoles, del 1927, suggestivo soprattutto con le illuminazioni notturne; o al Monumento a Sarmento, statua del grande Rodin che ricorda il presidente Domingo F. Sarmento, illuminato riformatore del sistema scolastico argentino. Difficile liquidare una capitale come Buenos Aires, perché se non bastano le settimane per visitarla non bastano mai neanche le parole per celebrarla: è un luogo da vivere e nel quale arrendersi al vortice di magia che sa scatenare nel cuore.



Tags:

Autore:

Lascia un commento

Il tuo nome (*)
E-Mail (*)

Il tuo sito web:

Offerte LowCost


La tua pubblicità
Se sei interessato a pubblicizzare le tue offerte o la tua struttura alberghiera sul nostro sito, contattaci all'indirizzo email info@girandoilmondo.it oppure tramite l'apposito modulo dei contatti.
Iscriviti al Feed
Iscriviti al Feed RSS
Tieniti aggiornato, iscriviti al nostro Feed RSS gratuito e ricevi ogni giorno gli ultimi articoli pubblicati, gratis!