Scrivi il tuo Diario di Viaggio
Condividere le tue esperienze con i viaggiatori su "Girando il Mondo" è facile. Entra ora nella community
Effettua una ricerca
Indica con poche parole cosa stai cercando. Es: Itinerari di viaggio, guide turistiche, offerte lowcost, news di viaggo...
Cerchi un hotel?
Booking.com
Itinerari di Viaggio
Cerchi un Itinerario di Viaggio in particolare? Seleziona un continente per velocizzare la tua ricerca

Guide di Viaggio e consigli
Una moltitutine di utili guide per ogni occasione. Tutto quello che c'è da sapere per non farsi trovare mai impreparati...
San Saturnino: la chiesa più antica di Cagliari
Ti trovi in: Home » Itinerari di Viaggio » Europa » Italia » Sardegna
San Saturnino: la chiesa più antica di Cagliari
San Saturnino: la chiesa più antica di Cagliari
San Saturnino: la chiesa più antica di Cagliari

La Basilica di San Saturnino è la più antica della città di Cagliari. Si affaccia su una grande piazza, quella di S. Cosimo, ed è situato nella zona in cui sorge la più antica necropoli cristiana del capoluogo sardo e uno dei più importanti complessi paleocristiani dell’intera regione sarda. La basilica, che sorge ai piedi della collina di Bonaria nel quartiere Villanova, dovrebbe essere stata dedicata a San Saturnino di Cagliari, martirizzato per decapitazione durante le persecuzioni di Diocleziano nel 304 d. C. e patrono della città.

Originariamente si trattava forse di una chiesa a forma di croce greca, com’era tipico degli edifici sacri dell’Alto Medioevo, ma di quel progetto resta solo il corpo centrale con una grande cupola, oltre all’abside. C’è però, chi ritiene che la chiesa possa aver avuto inizialmente una sola navata nel IV secolo e abbia preso la forma cruciforme solo tra gli anni 533-34, proprio perché la Basilica sarebbe stata allora dedicata al Santo come “martyrium”.

Maestranze provenienti dalla Provenza restaurarono ad ogni modo la struttura secondo uno stile protoromanico quando fu un monastero benedettino, affidato all’ordine di S. Vittore di Marsiglia: nuovamente furono ripristinati i quattro bracci della Basilica, ma resta intatto solo quello orientale. Un altro restauro poi risale al 1484, ma durante il Seicento la chiesa fu smantellata: mentre cominciavano gli scavi alla ricerca di reliquie e “corpi santi” nella necropoli, che contiene molte sepolture di età sia romana che bizantina, il materiale che la componeva fu adoperato per ristrutturare in stile barocco la Cattedrale cagliaritana, dopo che alcune decorazioni erano già servite per restaurare nella seconda parte del ‘400 il Castello di San Michele.

La Basilica tornò a nuova vita come Chiesa dei Santi Cosma e Damiano nel 1714 ed è stata poi riparata dopo i danni subiti durante la seconda guerra mondiale. Infine, gli ultimi lavori l’hanno risistemata dal 1978 al 1996, quando è stata restituita al pubblico. Infine i visitatori oggi possano ammirare un nuovo altare e un ambone che risalgono al 2004, quando la Basilica è stata anche riaperta al culto.



Tags:

Autore:

Lascia un commento

Il tuo nome (*)
E-Mail (*)

Il tuo sito web:

Offerte LowCost


La tua pubblicità
Se sei interessato a pubblicizzare le tue offerte o la tua struttura alberghiera sul nostro sito, contattaci all'indirizzo email info@girandoilmondo.it oppure tramite l'apposito modulo dei contatti.
Iscriviti al Feed
Iscriviti al Feed RSS
Tieniti aggiornato, iscriviti al nostro Feed RSS gratuito e ricevi ogni giorno gli ultimi articoli pubblicati, gratis!