Scrivi il tuo Diario di Viaggio
Condividere le tue esperienze con i viaggiatori su "Girando il Mondo" è facile. Entra ora nella community
Effettua una ricerca
Indica con poche parole cosa stai cercando. Es: Itinerari di viaggio, guide turistiche, offerte lowcost, news di viaggo...
Cerchi un hotel?
Booking.com
Itinerari di Viaggio
Cerchi un Itinerario di Viaggio in particolare? Seleziona un continente per velocizzare la tua ricerca

Guide di Viaggio e consigli
Una moltitutine di utili guide per ogni occasione. Tutto quello che c'è da sapere per non farsi trovare mai impreparati...
Cosa visitare a Palermo, in Sicilia?
Ti trovi in: Home » Itinerari di Viaggio » Europa » Italia » Sicilia
Cosa visitare a Palermo, in Sicilia?
Cosa visitare a Palermo, in Sicilia?
Cosa visitare a Palermo, in Sicilia?
Cosa visitare a Palermo, in Sicilia?

Palermo è una delle città sul Mediterraneo che dagli ultimi decenni suscita sempre di più l’interesse dei turisti. Perla della Sicilia, la sua storia è fatta di numerose conquiste e dominazioni straniere che non hanno fatto altro che arricchirla sempre di più dal punto di vista architettonico e culturale.

Palermo fu fondata dai Fenici nel 700 a.C., che ne fecero il loro avamposto commerciale grazie alla costruzione del porto. Ai Fenici seguirono i Cartaginesi e ad essi i Romani, che ne mutarono il nome in “Panhormus”. In seguito all’ascesa dei Romani presero il sopravvento in città i Vandali e, successivamente, gli Arabi: in questo periodo Palermo (denominata Balarm) si popolò di minareti, moschee e mercati cittadini, alcuni dei quali permangono ancora oggi (tra i più famosi quello di Ballarò e quello della Vucciria).

Nel periodo delle crociate giunsero in città le popolazioni normanne che instaurarono un clima di tolleranza e pace, tanto che il periodo della dominazione normanna viene spesso ricordato come quello de “gli anni d’oro” della città. Oggi Palermo si mostra sempre di più come una città multietnica, mescolanza di quartieri antichi, zone residenziali eleganti che si scontrano con i quartieri più poveri, mercati cittadini e bellissimi parchi circondati da ville aristocratiche.

Dal punto di vista turistico di particolare rilevanza architettonica è la Cattedrale, fatta realizzare nel 1185 per opera dell’Arcivescovo Gualtiero Offamiglio e dedicata a Maria Asssunta, che durante la dominazione saracena fu trasformata in moschea. Verso la fine del 700 la sua forma originaria fu totalmente modificata ad opera dell’architetto Ferdinando Fuga, per volere di Carlo III di Borbone, che gli diede la forma a croce latina che conserva ancora oggi. In questo periodo fu realizzata anche l’imponente cupola della Cattedrale ad opera dell’architetto palermitano Marvuglia. La zona che circonda la Cattedrale è cinta da un muro in marmo sulla cui superficie si innalzano 16 statue che raffigurano Santi e Prelati.

Nella parte interna, la chiesa è a tre navate e sulle sue pareti si possono osservare ancora oggi gli stupendi affreschi di Mariano Rossi e alcune sculture del Gagini che si innalzano sui pilastri della navata centrale. La navata destra, invece, ospita una piccola cappella con un’urna argentata che contiene i resti di Santa Rosalia, la patrona della città. Nella cripta, poi, sono contenute le spoglie funebri degli Arcivescovi della città ed il “Tabularium” un importante archivio storico che contiene documenti in greco, arabo e latino. All’interno della Cattedrale sono conservati anche i sarcofagi di Federico II e degli altri appartenenti alla famiglia reale normanna.

Altro edificio storico strettamente legato al periodo normanno è il Palazzo dei Normanni, noto anche come Palazzo Reale, sede della Regione Sicilia e che contiene numerosi mosaici in stile bizantino. All’interno del Palazzo dei Normanni è visibile la Cappella Palatina, realizzata tra il 1130-1140 in stile arabo-normanno e sede del Parlamento regionale. Nella Cappella Palatina è possibile ammirare lo stupendo mosaico definito come uno dei più belli e meglio conservati di tutta Italia.

Il Palazzo Reale sorge nei pressi dei Quattro Canti, l’incrocio più importante della città, a forma ottagonale e chiamato anche “Teatro del sole” per la sua esposizione continua ai raggi solari. Esso divide Palermo nelle sue 4 aree principali. Di particolare rilevanza storica sono anche le Catacombe del Convento dei Cappuccini, che conservano i resti mummificati degli antichi abitanti della città.

Il Palazzo Pretorio è un altro degli edifici palermitani più importanti dal punto di vista architettonico grazie alla sua molteplicità di stili. Realizzato a partire dal 1300 ha subito trasformazioni fino al 1875 ed oggi è la sede del Comune. Di particolare bellezza è la sottostante Fontana Pretoria realizzata in marmo bianco e corredata di numerose statue che abbelliscono la piazza stessa. Tra le altre attrattive turistiche vi sono le numerose chiese realizzate ognuna con particolari abbellimenti architettonici e i paesi limitrofi a Palermo, ad esempio Monreale, ricchi di riferimenti artistici, architettonici e culturali.



Tags:

Autore:

Lascia un commento

Il tuo nome (*)
E-Mail (*)

Il tuo sito web:

Offerte LowCost


La tua pubblicità
Se sei interessato a pubblicizzare le tue offerte o la tua struttura alberghiera sul nostro sito, contattaci all'indirizzo email info@girandoilmondo.it oppure tramite l'apposito modulo dei contatti.
Iscriviti al Feed
Iscriviti al Feed RSS
Tieniti aggiornato, iscriviti al nostro Feed RSS gratuito e ricevi ogni giorno gli ultimi articoli pubblicati, gratis!