Scrivi il tuo Diario di Viaggio
Condividere le tue esperienze con i viaggiatori su "Girando il Mondo" è facile. Entra ora nella community
Effettua una ricerca
Indica con poche parole cosa stai cercando. Es: Itinerari di viaggio, guide turistiche, offerte lowcost, news di viaggo...
Cerchi un hotel?
Booking.com
Itinerari di Viaggio
Cerchi un Itinerario di Viaggio in particolare? Seleziona un continente per velocizzare la tua ricerca

Guide di Viaggio e consigli
Una moltitutine di utili guide per ogni occasione. Tutto quello che c'è da sapere per non farsi trovare mai impreparati...
Cosa vedere a Brno, seconda città della Repubblica Ceca
Cosa vedere a Brno, seconda città della Repubblica Ceca
Cosa vedere a Brno, seconda città della Repubblica Ceca
Cosa vedere a Brno, seconda città della Repubblica Ceca

Quando si parla di Repubblica Ceca, la mente vola subito a Praga, la splendida capitale. Meno conosciuta, ma ugualmente molto interessante è Brno, la seconda città ceca, la quale, con una popolazione di 366.680 abitanti, costituisce il centro principale della regione storica della Moravia. Brno sorge ai piedi dei colli Spielberg e Petrov, colonizzati fin dall’antichità. Nel XI secolo diventa castello dei principi feudatari della Moravia, mentre nel 1243 si trasforma in fortezza muraria. Storicamente, però,  la città si lega soprattutto alle vicende del regno Asburgico, da cui ha ereditato quella cultura mitteleuropea, che la caratterizza  ancora oggi.  Il periodo d’oro della città arriva con la rivoluzione industriale, in cui divenne uno dei principali centri industriali austriaci. A partire dalla fine della Prima guerra mondiale,  passò alla Cecoslovacchia e, dopo la divisione del 1993, alla Repubblica Ceca. Per la sua forte industrializzazione, Brno viene talvolta ancora chiamata “la Manchester del nord” , proprio per la presenza di fabbriche di rilievo a livello mondiale. E’ sede di ricerca e studi, grazie alla presenza dell’università dedicata a Masaryk e vanta una particolarità che sta molto a cuore ai suoi cittadini: il dialetto locale,molto diffuso, chiamato hantec. 

Riguardo le attrattive monumentali della città, è bene sapere che il centro storico ruota attorno a piazza della Libertà, dove un tempo si svolgeva il mercato e da dove partono le principali strade, che attraversano tutta Brno, formando una sorta di raggiera. Al centro della suddetta piazza si erge la colonna della peste di fine XVII secolo, ed è possibile ammirare Palazzo Schwarz e la curiosa Casa dei Quattro Mamlas, che deve la sua particolarità alle figure presenti sulla sua facciata, che sono ritratte in espressione contratta, nell’atto di sostenere la casa stessa. Il mercato che si svolgeva un tempo in piazza della Libertà, si tiene oggi a Zelny thr, che letteralmente significa “mercato del cavolo”. Nella fontana Parnas, situata al centro della piazza, un tempo nuotavano le carpe,che successivamente venivano pescate e vendute. Attorno a Zelny thr si trova il teatro Reduta, in cui si esibì anche Mozart, e il palazzo Dietrchstein, un edificio barocco che oggi ospita il Museo del territorio moravo. A dominare la città sta invece la Cattedrale dei SS Pietro e Paolo, situata sulla collina Petrov.

Si tratta di una costruzione in stile neogotico, al cui interno si può ammirare un arredo ricco e barocco, fra cui spiccano le statue dei santi Cirillo e Metodio. Tra gli altri edifici religiosi, una visita meritano anche la Chiesa di San Giuseppe, la Chiesa di San Giovanni e la chiesa cappuccina, con annesso il convento. Un’altra meraviglia ammirabile a Brno è il Castello Spilberk, che sorge su una bassa collina ai piedi della quale giace la città. E’ un edificio del XIII secolo, che ha avuto in passato ruolo difensivo e di dimora per i re cechi. La sua fama è dovuta però al triste periodo in cui venne trasformato in terribile prigione, sotto il dominio Asburgico, funzione che ebbe fino al 1858, data che sancì la chiusura del carcere. Oggi, la visita del Castello comincia dal cortile, cui seguono una sala gotica e una cappella ed infine le “prigioni leggere”, che ospitarono molti carbonari italiani. Di seguito si accede a un livello sotterraneo, dove erano poste le prigioni pesanti, le più temibili dell’intera struttura. Ai piedi del Castello si sviluppa il centro più antico della città, dove sorge la splendida chiesa dell’Assunzione della Vergine , contenente un antico dipinto su legno della Madonna Nera. Di fianco all’edificio giace un monastero, che fu il luogo dove Gregor  Mendel, fautore delle celeberrime leggi dell’ereditarietà, svolse i propri esperimenti, ponendo le basi per la genetica moderna. Ma i pregi della città non si limitano certo all’aspetto monumentale. Anche dal punto di vista naturalistico la città gode di svariati vantaggi. 

Grazie alla presenza delle montagne, infatti,  Brno vanta un clima continentale e non risente degli influssi dell’Atlantico. Molto belli sono anche i paesaggi offerti dalla città, che è un susseguirsi di boschi incantevoli e vigneti. Nel fertile territorio si coltivano barbabietole da zucchero, cereali, patate, foraggio e tabacco, nonché il luppolo, di ottima qualità. Proprio da questo deriva la celeberrima birra Pilsen, che costituisce un perno della cucina tipica della città. Tra gli altri prodotti tradizionali troviamo la carne, sotto forma di gustosi goulash e anche svariati tipi di selvaggina, tra cui spicca l’oca arrosto, piatto diffusissimo. Da assaggiare è anche la Bramboracka, una zuppa a base di patate e funghi, nonché le specialità sotto aceto. Per ammirare il lato meno conosciuto della Repubblica Ceca, Brno è senz’altro la meta ideale.



Tags:

Autore:

Lascia un commento

Il tuo nome (*)
E-Mail (*)

Il tuo sito web:

Offerte LowCost


La tua pubblicità
Se sei interessato a pubblicizzare le tue offerte o la tua struttura alberghiera sul nostro sito, contattaci all'indirizzo email info@girandoilmondo.it oppure tramite l'apposito modulo dei contatti.
Iscriviti al Feed
Iscriviti al Feed RSS
Tieniti aggiornato, iscriviti al nostro Feed RSS gratuito e ricevi ogni giorno gli ultimi articoli pubblicati, gratis!