Scrivi il tuo Diario di Viaggio
Condividere le tue esperienze con i viaggiatori su "Girando il Mondo" è facile. Entra ora nella community
Effettua una ricerca
Indica con poche parole cosa stai cercando. Es: Itinerari di viaggio, guide turistiche, offerte lowcost, news di viaggo...
Cerchi un hotel?
Booking.com
Itinerari di Viaggio
Cerchi un Itinerario di Viaggio in particolare? Seleziona un continente per velocizzare la tua ricerca

Guide di Viaggio e consigli
Una moltitutine di utili guide per ogni occasione. Tutto quello che c'è da sapere per non farsi trovare mai impreparati...
Il Parco Nazionale del Pieniny, in Slovacchia
Il Parco Nazionale del Pieniny, in Slovacchia
Il Parco Nazionale del Pieniny, in Slovacchia

Lungo il corso del fiume Dunajec, confine naturale tra Polonia e Slovacchia, troviamo il Pieniny, un’insolita formazione di pietra calcarea. Già negli anni trenta, questa zona fu dichiarata parco nazionale ed oggi, sul pieniny, grazie alla presenza su entrambi i versanti della cultura górale ed alla possibilità di praticare dell’ottimo rafting nelle acqua del Dunajec, il turismo è più che mai florido.

La stagione ideale per fare rafting, tempo permettendo, va da metà aprile a fine ottobre, dalle 9 alle 17 in base alla durata solare della giornata. Oltre al rafting, durante la prima settimana di settembre viene svolta una gara di canottaggio e verso metà giugno si tiene una sagra popolare.

Il tratto utilizzato per fare rafting vanta la lunghezza di 7 km ed inizia a nord di Spišskà Starà Ves e finisce a Červený Klàštor. Per partecipare, non dovrete acquistare nessun biglietto in anticipo infatti, lungo il tratto praticato, sono presenti numerose agenzie specializzate che raccolgono la quota di circa 250Sk a testa. Acquistato il biglietto vi verrà comunicato l’orario di partenza. La discesa a valle avviene su vere e proprie zattere, costruite con cinque tronchi tenuti da una corda, che ospitano fino a dieci passeggeri più due navigatori vestiti con i tradizionali costumi dei górale.

La discesa non presenta molte rapide ma in compenso il paesaggio è stupendo; il tempo necessario per giungere a destinazione è di circa un’ora e mezzo. Nel caso in cui non siate amanti del rafting, potrete costeggiare il fiume lungo il sentiero rosso albero, lungo circa 10km, e godere appieno della natura.
Arrivati in fondo alla gola, le possibilità di risalita a monte sono molteplici. Potrete usufruire dell’autobus che passa ogni ora al costo di 50Sk, potrete noleggiare assieme ad altri turisti un minibus per 90Sk, noleggiare una bicicletta per 120Sk al giorno oppure, il metodo più economico suggerito, tornare a piedi.

La città di Červený Klàštor prende il nome dal convento di Kartuziànsky klàštor, fondato nel trecento. I monaci di questo convento furono i primi a compilare la grammatica della lingua slovacca e a eseguire la traduzione della bibbia in slovacco. All’interno del convento, aperto da aprile ad ottobre dalle 9 alle 17, sono esposti pregevoli affreschi del Cinquecento.



Tags:

Autore:

Lascia un commento

Il tuo nome (*)
E-Mail (*)

Il tuo sito web:

Offerte LowCost


La tua pubblicità
Se sei interessato a pubblicizzare le tue offerte o la tua struttura alberghiera sul nostro sito, contattaci all'indirizzo email info@girandoilmondo.it oppure tramite l'apposito modulo dei contatti.
Iscriviti al Feed
Iscriviti al Feed RSS
Tieniti aggiornato, iscriviti al nostro Feed RSS gratuito e ricevi ogni giorno gli ultimi articoli pubblicati, gratis!