Scrivi il tuo Diario di Viaggio
Condividere le tue esperienze con i viaggiatori su "Girando il Mondo" è facile. Entra ora nella community
Effettua una ricerca
Indica con poche parole cosa stai cercando. Es: Itinerari di viaggio, guide turistiche, offerte lowcost, news di viaggo...
Cerchi un hotel?
Booking.com
Itinerari di Viaggio
Cerchi un Itinerario di Viaggio in particolare? Seleziona un continente per velocizzare la tua ricerca

Guide di Viaggio e consigli
Una moltitutine di utili guide per ogni occasione. Tutto quello che c'è da sapere per non farsi trovare mai impreparati...
Esplorando il Grand Canyon: viaggio al centro della terra
Esplorando il Grand Canyon: viaggio al centro della terra
Esplorando il Grand Canyon: viaggio al centro della terra
Esplorando il Grand Canyon: viaggio al centro della terra
Esplorando il Grand Canyon: viaggio al centro della terra

Alzi la mano chi non ha mai sentito nominare la parola Grand Canyon: ovviamente nessuno! Si tratta di un’immensa gola creata dal fiume Colorado nello stato dell’Arizona settentrionale, le cui dimensioni hanno un che di surreale: 446 chilometri di lunghezza per una profondità che arriva a 1600 metri e una larghezza che va dai 500 metri ai 27 chilometri. C’è chi parla di questo luogo come il più bello del mondo, fatto sta che perfino il presidente statunitense Theodore Roosvelt amava molto quest’area e ne aveva fatto la sua meta preferita per la caccia al puma. Come accade per molte meraviglie, la formazione di questa gola si disperde nei millenni e non si ha nulla di certo. L’ipotesi più accreditata è quella dell’erosione fluviale. Sembra, inoltre,  che la sua origine risalga a circa 5-6 milioni di anni fa e che il fenomeno dell’erosione sia stato aggravato da un innalzamento dell’altopiano del Colorado, dando così luce a questa depressione profondissima. Il Grand Canyon presenta sull’orlo rocce vecchie 230 milioni di anni, mentre, alla base, riporta sedimenti che vantano addirittura 2 miliardi di anni.

Ovviamente, il miglior modo per ammirare questa meraviglia è fare un’escursione nel Grand Canyon National Park, la riserva che racchiude la suddetta gola. Qui ci sono numerosissimi sentieri con diversi gradi di difficoltà, che permettono di vedere il paesaggio da diverse angolazioni. Questi percorsi si dividono in due tipi: Main Trail, ovvero i principali, curati dall’NPS (National Park Service) e Secondary Trail, ovvero vie alternative, meno curate e sorvegliate delle precedenti. Se si desidera campeggiare nella zona del Canyon, è opportuno richiedere il permesso al Backcountry Reservations Office, l’ente che se ne occupa e che fornisce gratuitamente i pass per l’accesso. E’bene sapere che il Grand Canyon è stato dichiarato nel 1979, patrimonio dell’Unesco ed è considerato il più spettacolare esempio al mondo di erosione fluviale. Per quanto riguarda il National Park, si tratta del  più visitato dell’Arizona e il secondo più visto degli Stati Uniti. La sua estensione copre una superficie di 4931 kmq e la sua istituzione risale al 1919. Questa area, in passato, era abitata da tribù di Nativi Americani, che costruirono alcuni insediamenti lungo le pareti del Canyon.

I primi europei a vedere la zona furono i membri di una spedizione esplorativa spagnola guidata dal capitano Garcia Lopez de Cardenas , nel lontano 1540. Nei 230 anni successivi, nessuno si avventurò alla scoperta di questo spettacolo. Oggigiorno, nonostante la zona sia debitamente curata e “a misura di turista”, conserva tutto il fascino acerbo e incontaminato di un tempo, come se gli anni  si fossero fermati. Il parco offre essenzialmente due lati: quello più selvaggio del West Rim e quello più turistico del South Rim.  Il sentiero più battuto per esplorare il Grand Canyon  è comunque il Bright Angel Train, percorso ampliato nel 1891 per raggiungere i distretti minerari, che vanta una lunghezza di 15,3 km ed è in ottime condizioni, tanto che può essere percorso anche con i muli ed offre visuali spettacolari, anche se è bene premettere che un’esperienza del genere richiede una grossa fatica ed una buona dose di allenamento. Inoltre, bisogna tenere presenti tre cose fondamentali: non portarsi dietro troppo peso, proteggere la pelle dal sole (d’estate le temperature toccano i 40 gradi) e non dimenticare l’acqua da bere.

Se si vuole vivere un esperienza meno impegnativa, senza rinunciare ai piaceri offerti dal Grand Canyon, un modo estremamente pratico è arrivarci in aereo. Ci sono infatti piccoli aeroplani (5/6 posti), che conducono in cima al Grand Canyon, a prezzi contenuti. La visuale dall’alto è qualcosa di unico,tanto che chi l’ha vista l’ha paragonata ad “un’enorme ferita nel cuore della terra, con il fiume Colorado  che sembra un rivolo di sangue”, ma questa soluzione è comunque sconsigliata a chi ha problemi di stomaco, in quanto le manovre effettuate dal mezzo per arrivare al luogo,  sono particolarmente brusche. La gola è comunque raggiungibile anche con bus e fuoristrada, o grazie all’uso di singolari imbarcazioni che risalgono il Colorado, offrendo un itinerario alternativo. Il Parco Nazionale offre percorsi che durano 5-6 ore, così come itinerari che si protraggono per più giorni.

Una nota molto positiva è che la riserva è gestita interamente dagli indiani locali, che conoscono ogni centimetro del luogo e mettono a disposizione tutta la loro sapienza ai turisti. Inutile dire che l’offerta di hotel e ristoranti nei pressi del parco è sterminata, così come le attrazioni per grandi e piccini. La vicinanza strategica con Las Vegas, fa si che i collegamenti per raggiungere il parco nazionale del Grand Canyon siano ottimi e molto organizzati, così che nessuno possa perdersi uno spettacolo del genere.



Tags:

Autore:

Lascia un commento

Il tuo nome (*)
E-Mail (*)

Il tuo sito web:

Offerte LowCost


La tua pubblicità
Se sei interessato a pubblicizzare le tue offerte o la tua struttura alberghiera sul nostro sito, contattaci all'indirizzo email info@girandoilmondo.it oppure tramite l'apposito modulo dei contatti.
Iscriviti al Feed
Iscriviti al Feed RSS
Tieniti aggiornato, iscriviti al nostro Feed RSS gratuito e ricevi ogni giorno gli ultimi articoli pubblicati, gratis!