Scrivi il tuo Diario di Viaggio
Condividere le tue esperienze con i viaggiatori su "Girando il Mondo" è facile. Entra ora nella community
Effettua una ricerca
Indica con poche parole cosa stai cercando. Es: Itinerari di viaggio, guide turistiche, offerte lowcost, news di viaggo...
Cerchi un hotel?
Booking.com
Itinerari di Viaggio
Cerchi un Itinerario di Viaggio in particolare? Seleziona un continente per velocizzare la tua ricerca

Guide di Viaggio e consigli
Una moltitutine di utili guide per ogni occasione. Tutto quello che c'è da sapere per non farsi trovare mai impreparati...
Il mistero delle Linee di Nazca, in Perù
Ti trovi in: Home » Itinerari di Viaggio » Sud America » Perù
Il mistero delle Linee di Nazca, in Perù
Il mistero delle Linee di Nazca, in Perù
Il mistero delle Linee di Nazca, in Perù

Non è possibile che non abbiate mai sentito parlare delle Linee di Nazca, in Perù. Se così fosse, questa lettura fa per voi. Innanzitutto, cerchiamo di capire cosa sono. Le Linee di Nazca sono geoglifi, ovvero disegni sul terreno, nel deserto di Nazca, che si estende per circa 50 km tra le città di Nazca e di Palpa, in Perù meridionale. Le linee sono pressappoco 13.000, e vanno a formare più di 800 disegni che rappresenterebbero, a quanto pare, i profili stilizzati di alcuni animali abbastanza comuni nell’area (tra questi il pappagallo, il colibrì, la balena, la lucertola, il Condor, la scimmia, l’orca e il ragno).

Ma quando vennero scoperte per la prima volta queste linee? A quanto pare per caso, nel 1927, quando l’aviazione iniziò a volare sull’area.

Per quanto riguarda l’origine di questi disegni, è opinione comune che questi geoglifi siano stati tracciati dai Nazca, tra il 300 a. C. e il 500 d. C., rimuovendo le pietre dalla superficie del deserto e lasciando così emergere il pietrisco sottostante, molto più chiaro. Ma numerosi sono stati soprattutto i tentativi di interpretarli: c’è chi ha ipotizzato che l’intera piana fosse un luogo di culto, chi ha supposto si trattasse di un’area dove i nativi segnalavano la loro presenza al dio Viracocha, una tra le principali divinità inca, e chi invece attribuì a queste curiose figure solcate nel terreno una valenza astronomica. Uno tra gli studi più recenti crede che le Linee di Nazca siano legate piuttosto all’acqua e all’approvvigionamento idrico.

Tra questi disegni, che si sono conservati intatti fino ad oggi, non ci sarebbero però soltanto animali, ma anche vegetali, labirinti, figure geometriche e umane, alcune tra le quali con una sorta di copricapo cerimoniale.

Un cenno va sicuramente fatto all’astronauta, così chiamato per la forma della testa che ricorderebbe il casco di un astronauta e che, come è prevedibile, ha fatto nascere una serie infinita di speculazioni più o meno fantascientifiche. Ricordiamo infine anche le figure del colibrì e del ragno (proprio quest’ultima tra l’altro fu la prima ad essere avvistata).



Tags:

Autore:

E' stato ricevuto un solo commento

  1. Sono profondamente convinto che i geoglifi, siano una parte importante della storia dell’umanità e che esprimano qualcosa di profondamente diverso dal significato “artistico” che gli si attribuisce, probabilmente si tratta di un linguaggio simvolico che va decifrato; comunque in linea generale dato che la tecnica “geoglifica e/o petroglifica” sembra essere retaggio di molte civiltà sparse per il globo, potrebbe essere una ulteriore indicazione che in tempi remoti vi fosse già una civiltà globale, se non uguale alla odierna, ma sicuramente assai simile.

    Mi permetto di segnalare quelti link;
    http://phoo34.wordpress.com/2012/08/24/i-geoglifi-del-sinai-ia-parte/
    http://phoo34.wordpress.com/2012/08/24/i-geoglifi-del-sinai-iia-parte/
    http://phoo34.wordpress.com/2012/08/24/i-geoglifi-del-sinai-iiia-parte/

Lascia un commento

Il tuo nome (*)
E-Mail (*)

Il tuo sito web:

Offerte LowCost


La tua pubblicità
Se sei interessato a pubblicizzare le tue offerte o la tua struttura alberghiera sul nostro sito, contattaci all'indirizzo email info@girandoilmondo.it oppure tramite l'apposito modulo dei contatti.
Iscriviti al Feed
Iscriviti al Feed RSS
Tieniti aggiornato, iscriviti al nostro Feed RSS gratuito e ricevi ogni giorno gli ultimi articoli pubblicati, gratis!